resilienza frasi immagini
La vita in Aforismi

Resilienza frasi e immagini: 120 citazioni per conoscere la resilienza

Cosa significa resilienza? Questa parola è ultimamente molto in voga. Scopriamola insieme con le frasi sulla resilienza e le immagini.

Resilienza: frasi

La resilienza è la capacità di far fronte agli eventi della vita avversi in maniera positiva, cercando di tirare fuori tutte le risorse che si possiedono, adattandosi al cambiamento senza rimanerne sopraffatti. Non esiste una sola frase sulla resilienza, ma davvero tante, come gli aforismi e le citazioni. Infine, una galleria di immagini sulla resilienza significative che aiuteranno a non mollare mai e a farsi forza nei momenti più difficili.

Frasi di resilienza

La resilienza è stato un concetto fino a poco tempo fa conosciuto solo a psicologhi, educatori e operatori del settore. Pian piano il termine si è fatto strada arrivando in tutte le case. Infatti, sono sempre di più gli eventi esterni (società, lavoro) o personali, che inducono le persone a sviluppare la resilienza. Vediamo le frasi di resilienza più emozionanti e d’ispirazione.

Sperare è la cosa più difficile, tuttavia mai disperare.

Resilienza: Capacità dei metalli di resistere agli urti. In psicologia è la capacità di un individuo di affrontare e superare i traumi, il dolore e le difficoltà senza spezzarsi.

Frangar non flectar: mi piego ma non mi spezzo.

Se resisti e insisti, raggiungerai la meta.

Quando la vita è dolce, festeggia e sii grato. Quando la vita è amara, ringrazia e cresci.

Dolore, non soffermarti su quanto fa male ma su quanto ne uscirai vincente e nuovo.

Un proverbio africano dice che il vento non spezza l’albero che tuttavia appare piegato: questa è la resilienza. All’apparenza puoi apparire sofferente e stanco, ma non lasciare mai che dentro di te le forze ti abbandonino.

Non preoccuparti di quello che pensano gli altri, combatti e cammina a testa alta, prima o poi raccoglierai i frutti del tuo duro lavoro.

Resilienza è la capacità di far fronte in maniera positiva alle difficoltà, prendendo spunto dalle risorse che sono dentro ciascuno di noi.

Resilienza è la forza delle persone che, una volta ferite, si considerano non vittime, ma utilizzatori delle proprie risorse e si preparano a recuperare le risorse necessarie per affrontare il futuro con speranza progettuale.

Tutti noi abbiamo dei momenti difficili, ma è bene avere in mente che dopo la tempesta arriva sempre il sereno.

In psicologia, la resilienza è la capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà.

Colui che cade e trova la forza di rialzarsi è molto più forte di colui che non è mai caduto.

La capacità di ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre è la resilienza. Si definiscono persone resilienti coloro che immerse in circostanze avverse riescono, nonostante tutto e talvolta contro ogni previsione, a fronteggiare efficacemente le contrarietà, a dare nuovo slancio alla propria esistenza e perfino a raggiungere mete importanti.

La parole resilienza, dal latino resilire, rimbalzare, in fisica indica la proprietà dei materiali di riprendere la forma originaria dopo aver subito un colpo. In sociologia e psicologia evidenzia la capacità umana di superare le difficoltà della vita con elasticità, vitalità, energia, ingegnosità.

Resilienza è l’abilità di superare le avversità, di affrontare i fattori di rischio, di rialzarsi dopo una crisi, più forti e più ingegnosi di prima: è l’abilità di superare le ingiustizia della vita senza soccombere.

Cadere sette volte, rialzarsi otto.
(Proverbio giapponese)

Resilienza, forza d’animo, non soccombere agli eventi esterni: chiamatela come volete, tutti abbiamo dentro questo dono e dobbiamo usarlo!

Dal momento della nostra nascita, il compito nostro è di diventare sempre più forti e possiamo esserlo soltanto superando ostacoli, appositamente progettati per noi.

resilienza
Leggi anche: Frasi Baricco: 222 pensieri del grande scrittore

Aforismi sulla resilienza

Gli aforismi sulla resilienza lanciano il grandissimo messaggio che nella vita sono normali i momenti difficili e pesanti, ma il corpo e la mente sono stati “progettati” per riuscire a far fronte a questi eventi, riuscendo a “piegarsi”, ma non a “spezzarsi”. La resilienza è una capacità che alcuni bambini hanno già molto sviluppata, ma può sempre essere allenata e incrementata. Ecco a voi, sulla resilienza, frasi celebri.

La resilienza è la scienza di adattarsi ai cambiamenti.
(Andrew Zolli e Ann Marie Healy)

L’individuo resiliente presenta una serie di caratteristiche psicologiche inconfondibili: è un ottimista e tende a “leggere” gli eventi negativi come momentanei e circoscritti; ritiene di possedere un ampio margine di controllo sulla propria vita e sull’ambiente che lo circonda; è fortemente motivato a raggiungere gli obiettivi che si è prefissato; tende a vedere i cambiamenti come una sfida e come un’opportunità, piuttosto che come una minaccia; di fronte a sconfitte e frustrazioni è capace di non perdere comunque la speranza.
(Pietro Trabucchi)

La forza interiore è la protezione più potente che hai. Non aver paura di assumerti la responsabilità della tua felicità.
(Dalai Lama)

La resilienza comporta un prezzo da pagare: non è vero che le persone resilienti sono felici. La resilienza non ha nulla a che vedere con l’invulnerabilità o con il successo sociale: essa presuppone di morire in un primo momento, affrontare le prove prima di superarle e solo in seguito uscirne rinforzati.
(F. Sbattella, M. Tettamanzi)

Ho sviluppato una forza interiore che mi ha fatto dimenticare la povertà in cui versavo, la sofferenza, la solitudine e la frustrazione.
(Nelson Mandela)

La vita non diventa più facile o più ricca di perdono, siamo noi che diventiamo più forti e più resilienti.
(Steve Maraboli)

La resilienza non è solo la voglia di sopravvivere a tutti i costi, ma anche la capacità di usare l’esperienza maturata in situazioni difficili per costruire il futuro.
(Andrea Fontana)

Sii di buon umore. Non pensare agli insuccessi di oggi ma ai successi che potranno arriderti domani. Hai scelto per te un compito difficile, ma avrai successo se perseveri; e scoprirai la gioia nel superare gli ostacoli.
(Helen Keller)

Io sono padrone del mio destino, io sono il capitano della mia anima.
(William Ernest Henley)

Non arrenderti. Rischieresti di farlo un’ora prima del miracolo.
(Proverbio arabo)

Il compito di un bambino, supportato dalla cooperazione di genitori attenti e responsabili, è sviluppare l’abitudine a non darsi per vinto di fronte a sfide e ostacoli.
(Martin Seligman)

Non disperare della vita. Tu possiedi senza dubbio forze sufficienti per superare i tuoi ostacoli. Pensa alla volpe che si aggira per campi e boschi in una notte d’inverno per soddisfare la sua fame. Nonostante il freddo e i cani da caccia e le trappole, la sua razza sopravvive. Io non credo che nessuna di loro si sia mai suicidata.
(Henry David Thoreau)

La perseveranza è il duro lavoro che fai dopo che ti sei stancato del duro lavoro che hai fatto.
(Newt Gingrich)

Se è vero che i supermotivatori sono una leggenda, è altrettanto vero che di grandi demotivatori ne esistono tantissimi. Eccome. La vera motivazione – quella più duratura e tenace – è individuale e nessuno può indurla magicamente dall’esterno. Ma le condizioni organizzative giocano un ruolo importante nel sostenere – o nel distruggere – la motivazione individuale.
(Pietro Trabucchi)

Impara a scrivere le tue ferite sulla sabbia e a incidere le tue gioie nella pietra.
(Lao Tzu)

Non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi.
(Vince Lombardi)

Le persone non sono vittime passive degli eventi stressanti. Reagiamo alle difficoltà (e ci stressiamo) in base a come le leggiamo e a come leggiamo le nostre capacità di farvi fronte. Questa lettura si chiama valutazione cognitiva. Quella che ci fa vedere lo stesso bicchiere mezzo pieno piuttosto che mezzo vuoto.
(Pietro Trabucchi)

La gente non è disturbata dalle cose in sé, ma dall’opinione che ha di esse.
(Epitteto)

Corpo e psiche non vanno separati. Eppure molti medici lo ignorano, ed è proprio per questo che sfuggono loro così tante malattie: perché non vedono il tutto.
(Platone)

La tenacia e l’invulnerabilità sono dimensioni psicologiche che caratterizzano l’essere femminile, ma che spesso sono velate da un’apparente fragilità. Per queste ragioni, non dovremmo mai farci confondere dalle apparenze poiché sotto una manifesta debolezza può celarsi una straordinaria forza.
(Aldo Carotenuto)

Se si è convinti di essere in grado di gestire lo stress, si producono reazioni stressanti di minore entità.
(Richard S. Lazarus e Elizabeth Alfert)

Un uomo può fallire molte volte, ma non diventa un fallito finché non comincia a dare la colpa a qualcun altro.
(Edgar Rice Burroughs)

Non ho poteri magici: la forza interiore è il mio potere magico. Non ho poteri divini: la lealtà è il mio potere divino.
(Credo Samurai)

Stile resiliente: il soggetto attribuisce il suo successo all’impegno e il suo insuccesso alla mancanza di impegno. Stile depresso: il soggetto attribuisce il suo successo a cause esterne e il suo insuccesso alla mancanza di talento.
(Pietro Trabucchi)

Nei tentativi più nobili è glorioso anche fallire.
(Vince Lombardi)

Il mondo ci spezza tutti quanti, ma solo alcuni diventano più forti là dove sono stati spezzati.
(Ernest Hemingway)

Per quanto vivrai, continua a imparare a vivere.
(Seneca)

Per gli eventi negativi, le spiegazioni permanenti ti lasciano impotente per anni, impedendoti di cambiare, mentre le spiegazioni temporanee ti danno resilienza, ossia la capacità di riprenderti da dolori emotivi e situazioni avverse.
(Estanislao Bachrach)

Il senso dell’umorismo è un grande fattore di resilienza. Henry Ward Beecher ha scritto: «Una persona priva di senso dell’umorismo è come una carrozza senza molle che sobbalza su ogni pietra lungo la strada.
(Pietro Trabucchi)

Leggiamo il mondo in modo sbagliato e diciamo che esso ci delude.
(Rabindranath Tagore)

Non bisogna dimenticare che il nostro cervello è stato creato capace di sperimentare frustrazioni in quanto esse hanno un’utilità pratica: ci spingono a cambiare le situazioni, a muoverci, a modificare la nostra vita. Le frustrazioni sono dannose solo se eccessive e troppo prolungate in quanto creano impotenza appresa.
(Pietro Trabucchi)

Non ti arrendere mai neanche quando la fatica si fa sentire, neanche quando il tuo piede inciampa, neanche quando i tuoi occhi bruciano, neanche quando i tuoi sforzi sono ignorati, neanche quando la delusione ti avvilisce, neanche quando l’errore ti scoraggia, neanche quando il tradimento ti ferisce, neanche quando il successo ti abbandona, neanche quando l’ingratitudine ti sgomenta, neanche quando l’incomprensione ti circonda, neanche quando la noia ti atterra, neanche quando tutto ha l’aria del niente, neanche quando il peso del peccato ti schiaccia… Invoca il tuo Dio, stringi i pugni, sorridi… e ricomincia!
(San Leone Magno)

Un maestro di judo raccontò di premiare i bambini nelle gare con medaglie di ghiaccio: riconoscimenti che ci abituano a quella che i buddisti chiamano la legge dell’impermanenza. Ovvero al fatto che l’universo non è mai completamente sotto il nostro controllo, che i fatti non possono sempre andare come vorremmo, che le cose prima o poi si rompono, finiscono, si ammalano o muoiono, non funzionano più. L’importante è che i bambini sentano che dietro alla disciplina si nascondono sollecitudine, amore e sostegno emotivo nei loro confronti.
(Pietro Trabucchi)

Ciò a cui prestiamo attenzione, e il modo in cui lo facciamo, determina il contenuto e la qualità delle nostre vite.
(Mihály Csíkszentmihályi)

Cambiare positivamente significa evolvere nel tempo, sviluppando la propria identità e acquisendo nuove capacità. Cambiare è sinonimo di continuare a imparare.
(Estanislao Bachrach)

Solo onorando il dono di poter cambiare la realtà si rende davvero unica e significativa la nostra vita, anche nel breve periodo di tempo che ci è concesso in questo universo.
(Alberto Simone)

Al contrario di quello che sostiene il noto detto, perseverare non è diabolico: è umano. Diabolico è rinunciare a impegnarsi, rimanere immobili, mettersi ad aspettare che la motivazione arrivi dall’esterno, non sfruttare a fondo tutte le risorse di cui gli esseri umani sono dotati.
(Pietro Trabucchi)

Sbagliate il cento per cento dei colpi che non tirate mai.
(Wayne Gretzky)

Le difficoltà rafforzano la mente, così come il lavoro irrobustisce il corpo.
(Seneca)

La resilienza non è una condizione, ma un processo: la si costruisce lottando.
(George Eman Vaillant)

Il piacere è stato di compiere qualche cosa che, la prima volta che vi ho pensato, mi era apparsa al di sopra dei miei mezzi.
(Gérard d’Aboville)

Trovare un senso, un significato rende molte cose sopportabili, forse tutte quante diventano sopportabili.
(Carl Gustav Jung)

Nessuno sostiene una lotta più dura di colui che cerca di vincere se stesso. Questo appunto dovrebbe essere il nostro impegno: vincere noi stessi, farci ogni giorno superiori a noi stessi e avanzare un poco nel bene.
(Tommaso da Kempis)

Noi siamo condizionati da una cultura che pone eccessiva enfasi sull’essere vincenti a tutti i costi e non sappiamo gestire la sconfitta, ne abbiamo troppa paura. Chi possiede una forte capacità di ristrutturazione cognitiva, nonostante la delusione, considera la sconfitta come un’opportunità per migliorare.
(Pietro Trabucchi)

Non vi sono situazioni disperate: vi sono solo coloro che disperano di potercela fare.
(Clare Boothe Luce)

Sii tu stesso il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.
(Gandhi)

Se ce la metto tutta, non posso perdere. Forse non vincerò una medaglia d’oro, ma sicuramente vinco la mia battaglia personale. È tutto qui.
(Ian Thorpe)

È come una locanda l’essere umano, ogni mattina qualcuno che arriva, gioia, tristezza, squallore, rapidi e fuggevoli si presentano alla coscienza, visitatori inattesi. Pensieri cupi, vergogna, risentimenti: apri loro la tua porta ridendo, invitali a entrare. Ringrazia chiunque si presenti, perché è una guida che ti è stata mandata da lontano.
(Jalāl ad-Dīn Muhammad Rūmī)

Ciò che non ti uccide ti rende più forte.
(Friedrich Nietsche)

Hanno cercato di seppellirmi, ma non sapevano che io sono un seme.
(Proverbio messicano)

Circondati di critici! Ricorda i tuoi fallimenti! Tieniti su con la caffeina! Perdi ogni speranza! Sovraccaricati di impegni! Vendi la tua anima! Fai tutto personalmente! Resta sempre impreparato! Soffri in silenzio!
(S.L.Macfarlane)

All’inizio, il cambiamento può essere l’opposto della felicità. Richiede coraggio, resilienza e almeno un po’ di disagio o malessere rispetto allo stato attuale. Ma può far scoccare la scintilla della curiosità rispetto a ciò che di nuovo puoi essere, sentire e fare.
(Estanislao Bachrach)

I problemi non possono essere risolti dallo stesso livello di conoscenza che li ha creati.
(Albert Einstein)

Io qua ho scritta una sola parola: resilienza. Quindi se pensano di provocarmi un danno si sbagliano, perché io domani tornerò più forte di oggi.
(Gianluca Vacchi)

Se è vero che non siamo in grado di controllare le maree del cambiamento, possiamo però imparare a costruire imbarcazioni migliori; a progettare o ridisegnare organizzazioni, istituzioni e sistemi capaci di assorbire meglio gli sconvolgimenti, di operare sotto una più ampia varietà di condizioni e di passare con maggiore fluidità da una situazione all’altra.
(Andrew Zolli e Ann Marie Healy)

La resilienza è legata a dei fattori di protezione che modificano le reazioni ai pericoli presenti nell’ambiente affettivo e sociale, attenuandone gli effetti avversivi.
(Marie Anaut)

Il termine “resilienza” in origine proveniva dalla metallurgia: indica, nella tecnologia metallurgica, la capacità di un metallo di resistere alle forze che vi vengono applicate. Per un metallo la resilienza rappresenta il contrario della fragilità. Così anche in campo psicologico: la persona resiliente è l’opposto di una facilmente vulnerabile.
(Pietro Trabucchi)

Non smetterò mai di sognare, avrò forza per vincere, coraggio per non mollare, pazienza per persistere.
(Andrew Parker)

Chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo.
(Albert Einstein)

Il fallimento è una parte della vita. Il successo non ti insegna niente, ma il fallimento ti insegna la resilienza. Ti insegna a prendere te stesso e a riprovare.
(Sarah Morgan)

La resilienza appartiene a chi traccia strade dove c’erano ostacoli, a chi camuffa una caduta con un magnifico volo, a chi sa che qualcosa sta nascendo, proprio lì, sotto quel sasso arido e sterile che tutti ignorano.
(Fabrizio Caramagna)

Una buona metà dell’arte di vivere è resilienza.
(Alain de Botton)

Un semplice gruppo non è un team. Un team è caratterizzato dall’essere composto da persone con una forte motivazione individuale, ma che sono capaci di mettere questa motivazione al servizio di un obiettivo condiviso.
(Pietro Trabucchi)

Il tuo obiettivo, per acquisire resilienza, è liberarti da credenze abituali e nocive, e diventare un abile creatore di alternative. In questo modo troverai l’energia per insistere, e capirai che gli ostacoli sulla strada del cambiamento sono semplicemente ostacoli, non vicoli ciechi.
(Estanislao Bachrach)

Non tutto ciò che affrontiamo può essere cambiato, ma nulla può essere cambiato finché non viene affrontato.
(James Arthur Baldwin)

La resilienza non è una condizione, ma un processo: la si costruisce lottando.
(George Vaillant)

La resilienza è la capacità di riuscire in modo accettabile a dispetto di uno stress o di una avversità che comporta, normalmente, il rischio grave di uno sbocco negativo.
(Stefan Vanistendael)

La resilienza è un concetto più raffinato di quello di resistenza. La resilienza è infatti non solo la capacità di resistere, ma letteralmente di risalire su una barca che si è rovesciata o almeno questo intendevano i latini (dal verbo “resalio”).
(Pietro Trabucchi)

La resilienza, come la ruota di un carro, richiede una forza di base e un disprezzo per la gravità.
(Amy Koppelman)

Le persone hanno bisogno di sentirsi autonome, autodeterminate. Uno stile di leadership troppo prescrittivo demotiva.
(Pietro Trabucchi)

Adesso tutti usano questa parola e mi vanto di essere stato il primo ad averla adottata su larga scala. La Resilienza è un termine che origina da una qualità dei materiali che sono resilinti nella misura in cui sono capaci di prendere dei colpi e di non subire alterazioni nella loro struttura. Ecco, nella psicologia, stringendo al massimo il concetto, la resilienza rappresenta la capacità dell’individuo e dell’animo umano di reagire agli eventi negativi adattandoli a tal punto da poterli trasformare in eventi positivi.
(Gianluca Vacchi)

Tu non sei una malattia, un problema, un disordine, sei una persona che si sforza di superare i momenti difficili, in cerca di sollievo e di nuovi pensieri, emozioni o comportamenti più conformi ai tuoi obiettivi a lungo termine.
(Estanislao Bachrach)

Dinanzi a un’onda che ci investe, soprattutto se è molto potente, non possiamo opporre resistenza. In quel momento è più forte di noi. Può anche rovesciare la barca e tenerci sott’acqua per un po’. Ma se abbiamo maturato la consapevolezza che il suo destino è quello di passare, andando oltre, mentre il nostro è quello di restare, allora anche sott’acqua sappiamo che presto torneremo a galla, e quello che è capitato sarà solo un brutto ricordo.
(Alberto Simone)

Le persone dimenticheranno quello che hai detto, non ricorderanno quello che hai fatto, ma non scorderanno mai come le hai fatte sentire.
(Maya Angelou)

Far finta di niente, non affrontare i temi “scottanti”, evitare di parlare di cose potenzialmente fastidiose, sono comportamenti diffusi in molti gruppi per cercare di evitare le frizioni. In realtà questi comportamenti ottengono l’effetto contrario: aumentano i conflitti e demotivano le persone.
(Pietro Trabucchi)

Ciascuno di noi ha un proprio bagaglio di resilienza. Solo che in alcuni è decisamente più pesante, non perché siano persone superficiali o ingenue, ma perché sanno vedere le crisi come sfide da superare non come problemi insormontabili e accettano che il cambiamento sia parte della vita, non un disastro.
(Maria Elena Magrin)

La resilienza non è fissità, ma movimento dialettico. Resilienza significa saltare indietro, in modo da prendere la rincorsa e, di slancio, superare l’ostacolo.
(Francesco Botturi)

Per la persona resiliente, qualsiasi sconfitta, anche se genera inevitabilmente della frustrazione, viene vista come un’opportunità per apprendere e migliorare.
(Pietro Trabucchi)

La speranza da sola non basta. Occorre un’altra risorsa per superare i traumi, per vincere i dolori del passato, per risollevarsi dopo ogni caduta, per rimarginare le ferite, per sfuggire ai tranelli della depressione. E questa seconda risorsa è la resilienza.
(Consuelo Casula e Dan Short)

La resilienza non è solo la voglia di sopravvivere a tutti i costi, ma anche la capacità di usare l’esperienza maturata in situazioni difficili per costruire il futuro.
(Andrea Fontana)

Resilienza è la capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà. È la parola perfetta dei nostri tempi.
(Gianluca Vacchi)

La resilienza, che permette di tornare a vivere, associa la sofferenza al piacere di trionfare.
(Boris Cyrulnik)

Noi siamo costruiti per convivere quotidianamente con lo stress. A questo scopo possediamo dentro di noi, come un dono, un insieme di risorse che abbiamo ereditato dal passato e che costituiscono la nostra «resilienza». Ed è la resilienza la norma negli esseri umani, non la fragilità; la resilienza psicologica, ovvero la capacità di persistere nel perseguire obiettivi difficili, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà che ci si presentano.
(Pietro Trabucchi)

La resilienza è la capacità di un individuo di generare fattori biologici, psicologici e sociali che gli permettano di resistere, di fronte a una situazione di rischio, generando un risultato individuale, sociale e morale.
(Oscar Chapital Colcado)

Chi ha un perché abbastanza forte può superare qualsiasi come.
(Friedrich Nietzsche)

Quando la vita rovescia la nostra barca, alcuni affogano, altri lottano strenuamente per risalirvi sopra. Gli antichi connotavano il gesto di tentare di risalire sulle imbarcazioni rovesciate con il verbo ‘resalio’. Forse il nome della qualità di chi non perde mai la speranza e continua a lottare contro le avversità, la resilienza, deriva da qui.
(Pietro Trabucchi)

citazioni resilienza
Leggi anche: Frasi di Buddha: 146 pensieri e immagini più belli

Immagini di resilienza

Le immagini di resilienza sono davvero un ottimo mezzo per poter rendersi conto di quanto è importante essere forti e assumere il giusto atteggiamento nelle sfide che la vita pone. Queste immagini sono da scaricare gratis e da guardare ogni volta che si pensa di non potercela fare: la resilienza si può allenare ogni giorno!

cosa significa resilienza
Stessa situazione, diverso atteggiamento. Le persone più felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno.
cos'è la resilienza
Il fallimento ti insegna la resilienza. Ti insegna a prendere te stesso e riprovare.
frase resilienza
La resilienza. Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento. ( Proverbio cinese )
frase sulla resilienza
Il bambù che si piega è più forte della quercia che resiste. ( Proverbio giapponese)
resilienza
Resilienza: Capacità dei metalli di resistere agli urti. In psicologia è la capacità di un individuo di affrontare e superare i traumi, il dolore e le difficoltà senza spezzarsi.
resilienza frasi
Leggiamo il mondo in modo sbagliato e diciamo che esso ci delude.
(Rabindranath Tagore)
la resilienza frasi
Non disperare della vita. Tu possiedi senza dubbio forze sufficienti per superare i tuoi ostacoli. Pensa alla volpe che si aggira per campi e boschi in una notte d’inverno per soddisfare la sua fame. Nonostante il freddo e i cani da caccia e le trappole, la sua razza sopravvive. Io non credo che nessuna di loro si sia mai suicidata.
(Henry David Thoreau)
immagini sulla resilienza
La vita non diventa più facile o più ricca di perdono, siamo noi che diventiamo più forti e più resilienti.
(Steve Maraboli)
immagini resilienza
Chi ha un perché abbastanza forte può superare qualsiasi come.
(Friedrich Nietzsche)
frasi celebri resilienza
La resilienza non è solo la voglia di sopravvivere a tutti i costi, ma anche la capacità di usare l’esperienza maturata in situazioni difficili per costruire il futuro.
(Andrea Fontana)
frase resilienza
Se ce la metto tutta, non posso perdere. Forse non vincerò una medaglia d’oro, ma sicuramente vinco la mia battaglia personale. È tutto qui.
(Ian Thorpe)
citazioni resilienza
Hanno cercato di seppellirmi,
ma non sapevano che io sono un seme.
(Proverbio messicano)
aforismi resilienza
La “resilienza” è un concetto più raffinato di quello di “resistenza”. La “resilienza” è infatti non solo la capacità di resistere, ma letteralmente di “risalire” su una barca che si è rovesciata o almeno questo intendevano i latini (dal verbo “resalio”).
(Pietro Trabucchi)
frase resilienza
Uno poi si stanca di spiegarsi, di parlare, di cercare in tutti i modi di farsi capire. A volte bisogna semplicemente sorridere e mandare a f*****o.
resilienza citazione
Resilienza. Una definizione più comprensiva individua la resilienza come la capacità dell’individuo di sviluppare risorse sane in una interazione con il proprio ambiente. Per questo è indispensabile concepire lo sviluppo della persona in relazione al suo contesto familiare, sociale e culturale di apparenza.
resilienza frasi
A quale scalino sei arrivato oggi? Non lo faccio Non posso farlo Voglio farlo Come lo faccio? Provo a farlo Lo posso fare Lo faccio Si, l’ho fatto!

Leggi anche: Pirandello frasi e immagini: 197 pensieri belli sulla vita, le maschere e l’amore

Avatar
Giulia Vigna
Educatrice professionale, lavoro quotidianamente con bambini e ragazzi. Peer supporter in allattamento, sostengo le mamme e organizzo incontri formativi. Da anni scrivo articoli che riguardano la sfera dell'essere donna, mamma e genitore.