aforismi sul papà foto
Famiglia

Aforismi e frasi sul papà: 120 pensieri da condividere in diverse occasioni

Essere padre è uno dei migliori regali che la vita possa fare. Vediamo tante frasi da dedicare al papà: frasi sul rapporto padre e figlio, frasi belle per i papà e anche come fare gli auguri a tutti i papà.

Frasi sul papà, dolci dediche per lui

Le frasi sul papà sono pensieri molto personali che i figli possono regalare al padre in un momento particolare della loro vita o in occasione degli auguri di buon compleanno papà o per la festa del papà. Quindi scopriamo le tantissime frasi sui papà: ognuno diversa e con le proprie caratteristiche. Frasi commoventi, frasi per una papà speciale, ma anche diverse lettere per il papà. Sicuramente, troverete le parole più adatte a voi e al vostro rapporto unico e inimitabile!

Padre e figlia: frasi per raccontare questo straordinario legame

Il rapporto tra papà e figlia può essere davvero molto intenso e migliorare con gli anni. Per una figlia, il papà è davvero importante e una figura di riferimento immancabile. Le frasi belle per papà da parte della figlia lo faranno sicuramente commuovere perché sono un gesto inaspettato e pieno di amore.
Ecco quindi tante frasi belle da dedicare a una persona speciale: il papà migliore del mondo.

Quand’ero piccola credevo che tu fossi l’uomo più bello, più buono, il più meraviglioso. Ma ora so che sei anche il papà più caro e unico di questo mondo. Ti voglio bene papà, per me sei sempre il migliore.

Quando mi sento sola e triste sei qui con me, quando i problemi sono troppi ho te accanto. Non potrò mai fare abbastanza per ricompensarti dell’amore che mi hai dato, posso solo volerti bene.

Sei stato il mio primo super eroe e il mio primo amore. Nessun uomo mai potrà prendere il tuo posto nel mio cuore! Ti voglio bene papà!

Prendimi ancora per mano. Non importa se non potrai più guidarmi come quando ero bambina. Sarai sempre colui che mi saprà indicare la strada migliore… mi affido a te papà in questo momento davvero intenso. So che mi aiuterai.

Il sacrificio che tu hai fatto per me è un gesto d’amore. Sei stato il papà che ogni figlia vorrebbe avere. Con la tua dolcezza e il tuo silenzio facevi di tutto per darmi quello di cui io avevo bisogno, hai fatto così tanto per me che non basterebbe la mia vita per dirti: grazie papà.

Papà, per quanto ti amo, non riesco mai a esprimerti questo sentimento e le sensazioni che mi suscita. Sei più importante di qualsiasi cosa, sei la persona oltre la mamma, più importante della mia vita e sono felicissima di averti come papà perché come te non c’è nessuno. Grazie per starmi sempre accanto.

Ogni volta che sono felice, la prima persona a cui penso sei tu perché mi hai reso felice. E ogni volta che sono triste, la prima persona a cui penso di nuovo sei tu. Perché puoi sempre rendermi felice. Hai visto che potere che hai? Sei il mio tutto papà.

Tutti continuano a dirmi che sembro mia madre. Ma voglio dire loro che per quanto meravigliosa sia mia madre, voglio crescere per essere come mio padre. Voglio essere come la persona forte e meravigliosa che è. Grazie per essere un papà meraviglioso per me, papà.

Papà, ti penso sempre in silenzio e a volte chiamo il tuo nome. Mi manchi ma so che Dio ti ha nelle sue braccia e io ti porto nel cuore sempre. Ti voglio bene papà.

Per un padre non c’è niente che sia più caro di una figlia. Quante volte me l’hai ripetuto e adesso sorrido perché dici la stessa cosa a tua nipote riferito al nonno! Sei il migliore papà.

Caro papà, a volte penso che per te sia difficile perché io e la mamma abbiamo un rapporto unico e speciale. Tuttavia non sottovalutarti… io ti cerco sempre e senza la tua approvazione niente saprebbe possibile. Tu sei parte di me e ti voglio benissimo!

padre figlia
Leggi anche: Tanti Auguri Papà: 93 Idee Tra Immagini E Video Per Una Festa Del Papà Speciale

Frasi padre figlio: dediche per il primo eroe di ogni bambino

Le frasi sul rapporto padre e figlio sono un modo del figlio di poter dire “grazie papà“. A volte tra i due ci può essere poca comunicazione e tanta voglia da parte del figlio di farsi vedere già grande, forte e indipendente. Le frasi d’amore per il papà da parte del figlio sono il più bel regalo per poter dimostrare che sotto la corazza da duri, il papà è davvero importante!
Ecco le frasi per il mio papà per dire ti voglio bene!

Papà io e te così diversi e così uguali, così testoni che ci stiamo perdendo in conflitti invece che in amore, urliamo uno con l’altro invece che parlare. Papà, vicino e a volte così lontano da me, so che mi vuoi bene e io ne voglio a te. Un giorno riusciremo a dimostrarcelo guardandoci negli occhi. Ti voglio bene papà.

Facevo fatica a capirti quando da ragazzo mi rimproveravi e discutevano tanto sul ruolo del padre e quello del figlio. Oggi Papà mi rendo conto, essendo padre, di tutte le preoccupazioni che si hanno quando si deve aiutare un figlio a crescere. Ti stimo tantissimo.

Al mio papà, che con la mia mamma mi ha fatto venire al mondo, mi fa crescere, mi parla, mi insegna tante cose, mi coccola come nessuno saprebbe fare. Ti voglio bene.

Non so se riuscirò, caro papà, a essere per mio figlio quello che tu sei stato e sei per me. Lo spero con tutto il cuore, perché gli esempi che mi hai dato sono stati sempre di grande valore.

Caro papà, non ho mai dovuto cercare persone di ispirazione in leader mondiali o eroi mitici. Sei stato la mia ispirazione da sempre. Continua così che sei sempre sulla buona strada. Ti ammiro tanto.

La cosa più grande che un papà può fare per i propri figli, è amare la loro mamma.Grazie papà perché mi hai insegnato moltissime cose, tra cui come trattare una donna. Ti voglio bene.

Papà, sei il mio genitore preferito, ma se lo dici alla mamma negherò tutto e tu sai a chi crederà!!!Ti voglio bene.

Parlo, parlo, parlo e parlo, e ancora non ho insegnato alla gente in 50 anni quello che mio padre ha insegnato a me con l’esempio in una sola settimana.Sei stato il mio migliore esempio papà e ti porto sempre nel mio cuore.

Essere papà significa che sono un uomo ricco. Fin quando non ho avuto figli, anche possedendo tutto il denaro del mondo, sarei stato povero. Papà, tu mi hai insegnato tanto e senza di te al tuo fianco non so come avrei fatto.

Per quanto severo possa essere un padre nel giudicare suo figlio, non sarà mai tanto severo come un figlio che giudica un padre. Ti ho giudicato tante volte durante l’adolescenza, ma adesso l’unica cosa che mi sento di dirti è grazie. Per essere stato paziente e sempre accanto a me. Sono diventato un uomo sulla dritta strada grazie al magnifico lavoro tuo e della mamma.

padri e figli frasi
Leggi anche: Frasi Per La Festa Del Papà: 113 Modi Per Fare Gli Auguri A Tutti I Papà

Frasi sul diventare padre, un viaggio lungo tutta la vita

Spesso ci si concentra solamente sulla neomamma, ma allo stesso modo, diventare padre è il simbolo di una nuova nascita.
Le frasi sul diventare padre sono dolci e tenere e sono un modo per poter dire: questa è una dedica per te. Scegli tra le più belle frasi al papà quelle più dolci da condividere.

Ho imparato che quando un neonato stringe per la prima volta il dito del padre nel suo piccolo pugno, l’ha catturato per sempre. Auguri per l’essere diventato papà.

Questo è solo l’inizio di una stupenda avventura: sei pronto a rinascere come persona e provare amore incondizionato per questo esserino minuscolo che ti sta stringendo ora il dito? Secondo me si! Tanti auguri super papà.

Ogni volta che mio padre mi ha messo giù dalle sue braccia, ha raccolto mia sorella piangente. Questo è quello che mi ha insegnato a essere. Ti auguro ora che sei diventato papà di questi due splendidi gemellini di dare loro amore, conforto e protezione nella giusta misura…sapranno ripagarti in futuro!

Essere un buon padre è come farsi la barba. Non importa quanto sei stato bravo a raderti oggi, devi farlo di nuovo domani. Auguri!

Non è difficile diventare padre. Essere un padre: questo è difficile.

Non è la carne o il sangue, ma il cuore che ci rende padri e figli. In bocca al lupo per questa nuova, intensa e stupenda avventura!!

A 5 anni, dici: Papà ti amo…
A 10 anni, dici: Papà, ti voglio bene…
A 15 anni, dici: papà, posso?…
A 17 anni, dici: papà, non rompere…
A 20 anni, dici: voglio andarmene da questa casa…
A 35 anni, dici: voglio tornare da papà…
A 50 anni, dici: non te ne andare papà…
A 60 anni, dici: darei qualsiasi cosa per cinque minuti con il mio papà!
Ricordatelo quando sarai stanco, assonnato e non ne potrai più del tuo piccolo che piange disperato. Passa in un attimo ed è già grande! Auguri.

Il compito di un genitore è preparare il figlio alla vita e allo stesso tempo proteggerlo dalla stessa. Auguri per l’essere diventato papà.

Essere Padre, che magnifica esperienza! Una mamma ha un legame di natura a suo vantaggio, ha nove mesi a disposizione per essere UNO insieme al suo bambino, per conoscersi, sincronizzare battiti e umori. Un Padre invece ha una voce, una carezza, una speranza… elementi tutti separati all’inizio da un velo, uno strato, una piccola distanza.Un padre nel rapporto con suo figlio ha da ridurre lo spazio e da costruire piano piano un ponte, fra sé e la piccola nuova vita, come facevano le nonne ferro e lana, maglia dopo maglia, la tela della fiducia, del rispetto, dell’amore reciproco. Auguri per la magnifica notizia.

La responsabilità di quel piccolo esserino è pesante ma sul piatto della bilancia nulla batte quell’immensa gioia di un primo sorriso, dello sguardo felice, dell’innocenza di un figlio, tra le nostre braccia. Adesso che l’hai provato…dimmi quanto è vera questa frase.

Ci sono dei momenti in cui non devi pensare al tempo che passa, ma solo immagazzinare nella mente i momenti più belli, quelli che non ritornano più. Ti assicuro che il tempo passa in fretta…goditelo con tuo figlio!

Si dice che i genitori rimangono giovani nei figli, ed è questo uno dei più preziosi vantaggi psicologici ch’essi ricavano da loro. Auguri per la nascita di tua figlia e per la nuova avventura di papà.

La paternità è far finta che il regalo che amo di più è il solito dopobarba.

Questo super ragazzo è diventato papà. Auguri per questa fantastica esperienza! Saranno anni impegnativi ma alla fine raccoglierai quanto seminato.

Non ti dico che sarà facile, non ti dico che avrai tutte le risposte alle domande che tua figlia ti porrà, ma ti dico con assoluta certezza che è la più bella esperienza della tua vita. Si, hai capito, più emozionante delle montagne russe e più impegnativa di qualsiasi maratona! Auguri.

Semplicemente auguri, diventare padre è un regalo, non avere fretta che il tuo bimbo cresca.

auguri babbo
Leggi anche: Frasi Di Ti Voglio Bene: 112 Dediche Per La Mamma, Il Papà, Gli Amici E I Fratelli

Festa del papà: pensieri da condividere il 19 marzo e non solo

Le frasi per  la festa del papà possono essere aforismi sulla festa del papà oppure anche dediche per papà super personalizzate! I papà, anche se non lo danno a vedere, tengono moltissimo a questa ricorrenza e non aspettano altro che sentire: “auguri babbo“.
Di conseguenza, ecco i pensieri per la festa del papà, le frasi belle sulla festa del papà, biglietti di auguri, senza dimenticare anche le frasi festa del papà defunto.

Papà, tu pensi sempre a tutti noi, ti auguro oggi di pensare un po’ anche a te stesso e di vivere ogni esperienza desideri. Buona festa del papà.

Mi hai insegnato le cose più importanti nella vita grazie alla tua vicinanza e alla tua attenzione per me. Buona festa del papà.

Spero di trovare un uomo che sarà un papà dolce come lo sei stato tu con me

Papà, grazie per essere il mio eroe, autista, supporto finanziario, ascoltatore, tutore di vita, amico, tutore e semplicemente essere lì ogni volta che ho bisogno di un abbraccio. Buona festa del papà.

Per la festa del papà, sto facendo qualcosa per mio padre che lui voleva da anni. Sto cercando lavoro. Auguri papà.

Vorrei tanto riuscire a essere, per i miei figli, un papà come te! Auguri

l messaggio della festa della mamma è: “Le madri sono incredibilmente brave nella maternità! Meritano un giorno speciale! Mentre il messaggio della festa del papà è: Lo stiamo facendo solo perché abbiamo la festa della mamma.
(Dave Barry).

Papà, tu mi hai dato tanta sicurezza, forza e dignità. Mi hai insegnato l’onestà, il perdono e l’umiltà. Spero di non deluderti mai. Ti voglio bene. Buona festa del papà.

Forse tu pensi che io abbia bisogno di te solo per il denaro, ma in realtà papà… avrei bisogno anche delle chiavi della macchina! Buona festa del papà.

Quando ero triste c’era sempre chi mi consolava, quando avevo paura c’era sempre chi mi proteggeva, non sono mai stato solo perché c’era sempre qualcuno accanto a me. Grazie papà…mi manchi. Buona festa del papà ovunque tu sia.

19 marzo, una data indimenticabile per me: oggi è la festa del papà ma anche il giorno che ci hai lasciato. Sei sempre nei miei pensieri. Grazie di tutti gli insegnamenti che mi hai dato.

Caro papà, se oggi sono quello che sono lo devo a te. E non mi sembra di essere poi così male… Tanti auguri per la tua festa!

Dedicato a te, che con un sorriso regalavi speranza, con un abbraccio infondevi certezza. E con amore la vita a questo cuore bambino, che non comprendeva ancora il valore di essere figlio. Auguri a tutti i papà che da lassù ci tengono ancora la mano.

Ti sei privato di tutto per non privare noi di niente. Insostituibile, unico e importante sostegno di sicurezza nella mia vita di adolescente. Ti voglio bene Papà e te ne vorrò per sempre. Buona festa del papà, te la meriti tutta!

Papà, anche se non abbiamo lo stesso sangue, tu questo sei per me: mi hai cresciuto come fossi tuo figlio. Tu auguro buona festa del papà. Godiamocelo insieme questo giorno di festa anche per me… perché stai per diventare nonno!

Un uomo può essere padre, ma deve essere una persona speciale per essere papà. Tanti auguri buona festa del papà.

Papà, non ci sono parole per esprimere il bene che ti voglio. Per questo preferisco esprimerlo con un abbraccio. Quando avrai finito di leggere queste due righe, ti abbraccerò con tutta la forza del mio amore. Auguri papà.

Caro papà, per la tua festa ti volevamo fare gli auguri. Sei veramente un papà speciale e questa festa è stata inventata perché sapevano che un giorno ci saresti stato tu! Ti vogliamo bene.

Auguri papà! Se tu non ci fossi, ti inventeremmo, anche se la mamma ha detto che ti farebbe qualche lieve modifica! Con tanto affetto, i tuoi amori già cari.

In questa festa spero che ti senta orgoglioso di come hai saputo insegnarmi ad affrontare la vita, io lo sono di te. Auguri, caro papà.

auguri a mio papà
Leggi anche: Frasi Di Papa Francesco: 241 Aforismi, Pensieri E Immagini Da Condividere

Una lettera a mio padre: un’idea originale per sorprenderlo

La lettera a un padre è un regalo molto personale che i figli possono fare al loro papà in occasione di qualche ricorrenza o semplicemente perché si sentono di scrivere la lettera a un padre speciale.
Qui, alcuni esempi di lettere per la festa del papà e lettere a mio padre da poter dedicare a quest’uomo così speciale.

Caro papà,
in occasione della tua festa ho deciso di scriverti una lettera, per lasciarti un ricordo concreto di tutto quello che penso di te, che potrai rileggere magari quando io sarò via, a vivere la mia vita altrove, ma con il cuore sempre vicino a te. Si dice che il padre sia il primo amore di una figlia, il primo eroe di un figlio, ecco tu per me sei stato e sei questo e altro. La persona alla quale rivolgermi ad ogni minimo problema, quella da chiamare a qualunque ora del giorno e della notte, che non mi ha mai detto di no, anche le volte in cui ciò che chiedevo era impossibile. Ci sei stato per me e per la nostra famiglia, o so che ci sarai sempre. Ottimo padre, ottimo marito e sicuramente ottimo nonno. Siamo davvero fortunati ad averti nella nostra vita, nessuno potrà mai prendere il tuo posto…mai.

Caro papà,
sei un uomo speciale e a te devo tutto.
Ti devo la vita bellissima che mi hai dato e che ogni giorno mi continui a dare, ti devo tutti i sorrisi che mi affiorano sul viso, ti devo i miei sogni, il mio bellissimo mondo.E ti devo anche un immenso ti amo.
L’amore che può provare una figlia per un padre è infinito e, quello che provo io per te, lo è ancora di più. Resta l’uomo fantastico che sei, quello che si prende cura di me, della nostra famiglia e non permettere mai al mondo di cancellare il tuo sorriso: se avrai bisogno di un bastone sarò lì al tuo fianco per sorreggerti e se avrai bisogno di un motivo per sorridere sarò lì per dartene infiniti.

Caro papà,
oggi ti scrivo perché sai che è una nostra abitudine parlarci così, perché sono uguale a te: quando devo dire qualcosa di importante mi riesce più facile scriverlo e trovare fogli bagnati dalle tue lacrime dolci quando alzi un po’ il viso per guardarmi un po’. Oggi, papà, volevo iniziare così, con una semplicissima e piccolissima parola: Grazie (anche se grazie, forse, è troppo poco!).Grazie perché ci sei sempre: la tua presenza è fissa, non mi abbandona mai, neanche quando siamo lontani. Perché papà, la tua presenza è forte, mi avvolge e mi fa sentire protetta, sicura, mi dà la forza di affrontare questo mondo che sembra meno buio quando accanto a me ci sei tu.

Caro papà,
ti scrivo questa lettera per poterti dire tutto quello che mai ti ho detto. Lo so, non sono di molte parole, non mi confido mai, e a te, pur essendo il mio papà, non ti dico quasi mai che ti voglio bene. Vorrei che sapessi tante cose, ma non so se in questa lettera confusa riuscirò a rimediare al mio silenzio. Innanzitutto, scusami. Scusami se ti ho trattato male, scusami se non ho pensato a te, scusami se ha prevalso l’egoismo. Scusami e basta. Per te potrei costruire una torre, indistruttibile come il tuo amore. Ogni volta con il sorriso, ogni volta con la testa alta sei uscito da quella porta, e sei venuto da me. Papà, io ti voglio bene, lo sai, anche se non te lo dico mai. Ma sono fatta così, e me ne vergogno un po’. Per me speri tutto il meglio possibile, ma oggi voglio sperare anche io per te. Spero che la vita ti porti dei regali bellissimi, come quelli che con sacrificio portavi tu a me. Spero che il lavoro che ti ha fatto tanto stare male non ti abbandoni più fino a quando sarai pronto a dire basta. Spero che il tuo passato sia solo un dolce ricordo, e non ti faccia mai soffrire. Spero che la tua vecchiaia scorra nel piacere della vecchiaia. Spero tante cose, forse troppe, ma quando ti guardo penso a quanto vorrei vederti un po’ più felice. Sai, papà, da bambina eri il mio gigante buono, così grande, così inimitabile, ma quando stringevo la tua mano enorme e guardavo le nostre dita intrecciarsi, sentivo come tra noi ci fosse qualcosa di speciale. Eri il mio compagno di giochi, il migliore, l’unico. E certo, ti vedevo poco, ma stare con te era semplicemente bellissimo. Ricordo quando mi accompagnavi a scuola, e io scendevo dalla macchina senza nemmeno il tempo di darti un bacio. Ma tu non hai mai abbassato lo sguardo, hai controllato se ero felice, se non inciampavo sui gradini, e anche quando gli altri papà suonavano il clacson, tu sei rimasto lì, fermo davanti al cancello della scuola a salutare un’ultima volta tua figlia. Poi, ovvio, si cresce, e sei cresciuto anche tu. I capelli sono più grigi, le spalle più curve, il corpo più stanco. Ma il tuo ruolo di babbo è sempre stato impeccabile. Hai lottato tanto, contro tutti, contro chi voleva il male, e contro il destino che ti ha tolto l’amore del tuo papà troppo presto. Sei un babbo autodidatta, tu. Ma non per questo meno perfetto. Hai vissuto per me dal primo momento che sono nata, e ora forse ti è difficile accettare di non vedermi più bambina. Ti auguro ora e spero che tu possa rilassarti di più. Sei finalmente in pensione e quindi è tuo dovere dedicarti a ciò che più ti piace! Papà, fallo come regalo per me. Ormai sono grande e so cavarmela da sola, divertiti anche tu!
Grazie.

Caro papà,
inizio questa lettera consapevole di non poter fare diversamente se non chiamarti attraverso quattro lettere per sentirti ancora un po’ vicino a me.Mi hai trasformata, la tua dipartita mi ha sconvolto i piani di una vita, mi hai reso una donna forte e fragile e allora a venti anni già troppo grande da capire il significato di un “mai più”. Eppure è li che iniziano gli anni migliori per una ragazza, è li che inizia la vita e tu l’hai portata via con te, proprio quando insieme a me cresceva e si nutriva il nostro legame,un legame ricco di promesse e vero più di quella verità che non ho mai accettato. Non posso, non ce la faccio davvero, mi manchi e il mio cuore sa quanto ! La tua assenza è una continua battaglia con me stessa, con i miei pensieri vuoti .
Diresti, direbbero perché vuoti? Perché vorrei riempirli papà, vorrei riempirli con un po’ di noi, dei momenti nostri, di quella lunga chiacchierata fatta di grandi progetti, di grandi cose, vorrei riempire un po’ della mia esistenza con delle foto che sappiano anche di me accanto a te. Ogni giorno sei una foto in meno, sei un momento perso, sei un ricordo che si somma ai ricordi , sei uno sguardo dritto al cielo per sentirmi sempre più figlia di questo manto azzurro, orfana in questa terra di un padre impercettibile ma più vivo di quanto potessi mai immaginare, ti sento ed è questo che mi fa star male, io ti sento, ti vedo ancora in giro per casa, sei ancora la mia coperta nei momenti più freddi, sei ancora quella voce che mi chiama, che mi rimprovera, che mi culla, che mi accarezza le paure. Sei ancora tutta la mia vita, sei ancora il mio buongiorno e anche se non posso vorrei poter tornare indietro di tanti anni, e ripartire dalla cosa più banale, prepararti il latte “caldo” al mattino come se fossi ancora qui con me . Non dimentico e mi commuovo ancora se mi parlano di te, se mi chiami attraverso un richiamo del cuore, li dove siamo ancora io e te! Mi commuovi quando mi cerchi con un pensiero troppo forte e non immagini quanto fiato butto giù per non piangere quando penso che ho bisogno di te e tu non ci sei. Ma lo so, so bene che se potessi ritornare indietro, se potessi sceglieresti ancora un po’ di me, dei tuoi figli, della tua famiglia. Amore mio, hai sofferto troppo e troppa consapevolezza hai avuto del tuo addio, viso cereo e io insieme a te con il mio viso più pallido di quelle mura. Ti ho nel cuore papà ma quel momento è ancora troppo nitido, puntualmente rivivo quella bugia di raggiungerti felice di riprenderti e invece crollo davanti alla tua agitazione, alla tua agonia. Come è morto mio padre io non lo so, non lo so perché tutto d’un tratto si è complicato l’intero quadro clinico, perché il tuo cuore ha mollato. Un dolore immenso…ricordo ogni dettaglio di quel corridoio.
Mi sono avvicinata a quel letto, mi hai fissata e poi rannicchiato su te stesso mi hai abbandonata. Ti voglio bene papà, da qui devo ripartire spero più forte di prima e con te sempre come guida.

Caro papà,
ci sono così tante cose che vorrei dirti. Innanzitutto vorrei cominciare questa lettera dicendoti grazie. Grazie per tutto quello che tu e la mamma avete fatto per me, grazie per avermi preparato in questi anni a essere l’uomo che oggi sono diventato. Recentemente riflettevo della tua presenza nella mia vita, pensavo a tutti quei valori inestimabili che mi hai trasmesso, quelle lezioni di vita che adesso per me hanno un significato. Lo so che non sei stato un genitore perfetto, ma hai fatto del tuo meglio per prepararmi ad affrontare gli ostacoli della vita. Sai, adesso non sono più un bambino e più cresco e più mi accorgo di essere una versione di te stesso. È merito tuo se ancora oggi rincorro i miei sogni più strani, se metto in discussione ogni aspetto di un mondo ordinato e gioco sempre secondo le regole, se vivo la vita serenamente ma senza rinunciare a niente. So di averti messo in imbarazzo tante di quelle volte, di averti ferito, di non esserti stato riconoscente per quei piccoli gesti per me insignificanti, ma che solo ora mi rendo conto di quanto fossero importanti. Nonostante tutto, tu eri sempre presente ogni volta che ne avevo bisogno. Non ti sei mai comportato in modo arrogante nei miei confronti, anche quando sapevi di aver ragione non me lo hai fatto mai pesare, mi hai fatto capire cosa significa la parola umiltà.
Potrei stare delle ore intere a raccontare tutti i ricordi della mia infanzia e di quanto ti voglio bene, ma sono sicuro che ti annoierei, io ti conosco bene papà e so che troppe frasi sdolcinate non fanno per te. Ecco perché vorrei concludere questa mia lettera con le stessa frase con cui è cominciata, grazie. Grazie per la tua presenza e per tutto quello che hai fatto per me. Il tuo amore lo porterò con me nella mia mente e nel mio cuore.

Caro papà,
quando ero nella pancia di mamma non ho mai avuto paura. Lì era bello; a ogni passo che lei faceva mi sentivo cullato, il battito del suo cuore era una musica dolce che ascoltavo prima di addormentarmi. Poi, a volte, sentivo qualcosa che mi toccava un piedino, o il braccio: erano le tue mani papà. Potevo riconoscerle, perché a differenza di quelle delle mamma, si muovevano con un po’ di timore. Forse avevi paura di farmi male o di darmi fastidio. Invece a me piaceva. Mi sentivo felice. Quando hai iniziato a parlarmi, piano piano ho imparato a riconoscere anche la tua voce; che buffo eri quando mi cantavi quelle canzoncine, o quando mi raccontavi delle domeniche che sarebbero arrivate, dei giochi con la palla, della scuola, delle gite. Che ridere papà. Anche la mamma rideva, forse anche lei pensava che tu fossi buffo. Un giorno è successo qualcosa di strano; ho fatto una capriola e avevo tantissima voglia di nuotare…sentivo la mamma un po’ ridere e un po’ piangere. Poi ho riconosciuto la tua voce. Dicevi alla mamma che era bravissima, che stava facendo un buon lavoro. Dicevi che da lì a poco, io sarei stato tra le sue braccia e che doveva mettercela tutta. Quando finalmente sono nato, vi ho sentiti. Ho sentito la pelle della mamma e il sapore del suo latte. Ho sentito cadere sulla mia testa gocce di lacrime. Ma eccole li: le tue mani. Le ho riconosciute perché si muovevano con lo stesso timore di quando mi accarezzavi attraverso la pancia. E finalmente mi sono sentito al sicuro. Da quel momento ti sei preso cura di me. Hai smesso di andare alle partite di calcetto, ora giochiamo insieme a bubusettete. Hai smesso di guardare i film di paura, ora insieme leggiamo tanti libri di fiabe. Hai smesso di andare a dormire tardi perché ora, quello che ti piace, è addormentarti abbracciato a me. Quando mi cambi il pannolino, sei sempre il solito papà buffo che ho sempre pensato! Le tue smorfie mi fanno ridere un sacco! Ora sono un po’ più grande. Sto crescendo papà, e non ho paura. So di potere scalare il divano, perché tu sei vicino a me. So che posso fare le corse, perché se cado un tuo bacio fa passare il dolore. So che posso combinare tutti i disastri del mondo, perché quando la mamma mi rimprovererà, tu sarai mio complice e dietro di lei mi farai l’occhiolino. Papà, promettimi una cosa: promettimi che anche quando ti arriverò alle spalle non smetterai di raccontarmi di mostri e pirati, non smetterai di fare capanne con sedie e coperte ma soprattutto continuerai a fare ridere la mamma. Grazie papà, per avermi regalato te stesso.
Con tutto il bene del mondo, il tuo bambino.

a mio papà
Leggi anche: Lettera a mio padre: 53 modi per ringraziarlo

Buon compleanno papà: frasi da condividere il giorno del suo compleanno

Buon compleanno papà, come poterlo dire in maniera originale e mai banale? Semplicemente scrivendo frasi di auguri di compleanno papà personali e intime. Spesso possono iniziare con la formula:”al mio papà” per poi continuare con frasi per papà intime e rispettose del proprio rapporto.

Caro papà volevo farti un bel regalo per la tua festa ma con la paghetta che mi dai ho poca scelta. Quindi non arrabbiarti se ti regalo solo un abbraccio. Ti voglio tanto bene.

Nel giorno del tuo compleanno, voglio rivelarti che nessun uomo al mondo potrà mai prendere il tuo posto! Ti voglio bene papà

Auguroni papi! Ti voglio bene… ma non per questo ti darò la mano mentre mi accompagni a scuola!

Al mio primo eroe e mio primo “amore”. Alla mia roccia. Auguri papino!

Buon compleanno a chi ha combattuto tutti i mostri sotto il letto e nell’armadio. Grazie per avermi sempre sentito al sicuro! Ti voglio bene.

Vorrei poter essere lì per augurarti un felice compleanno di persona, ma so solo che sei nel mio cuore e sto pensando a te nel tuo giorno speciale. Buon compleanno papà, non vedo l’ora di rivederti!

Buon compleanno al mio super eroe preferito!

Non possiamo scegliere chi è nostro padre, ma se avessi una scelta, sceglierei comunque te. Buon compleanno al re dei papà!

Mi fai ridere quando sono triste. Sei paziente quando commetto errori. Sei il miglior papà che un bambino possa mai desiderare.Quindi buon compleanno papà migliore del mondo!

Bene papà, mentre i compleanni si accumulano, ho solo una domanda. Quando inizierai a dondolare sandali e calzini neri? Per favore, dimmi che ci vorranno almeno altri anni.

Sono davvero felice di aver preso i tuoi geni, papà. Sei fantastico come sempre e probabilmente stai migliorando! Non vedo l’ora di invecchiare come te!

Buon compleanno al mio adorabile papà. Sono passati molti anni e continui a dire che sto crescendo rapidamente e che presto sarò una donna. Non importa quanti anni avrò, sarò sempre la tua bambina, papà. Andiamo a festeggiare!

Dicono che io ti somigli molto… spero, in efetti, di invecchiare bene come te!

In questo giorno speciale voglio dirti quanto ti voglio bene e quanto il tuo esempio mi stimoli ogni giorno a dare il meglio di me! Grazie pa’, auguri!

Adoro come anche dopo tutti questi anni stai ancora inseguendo i tuoi sogni. Sei un’ispirazione per tutti noi papà. Buon compleanno!

Tanti auguri al mio dolce papino, che oggi, rispetto a ieri, è un po’ più vecchiettino.

Hai lavorato così duramente per assicurarmi una vita migliore. Hai fatto così tanto per assicurarti di avere tutto ciò di cui avevamo bisogno. Grazie dal profondo del mio cuore. Spero che tu abbia un compleanno fantastico papà, te lo meriti.

Come fanno a dire che sembriamo fratelli? Io mica ho così tanti capelli bianchi! Ahah… auguri papiiiii…

Più invecchio, più mi rendo conto che un papà come te è raro come una rosa del deserto! Sono così grato che tu sia mio padre. Buon compleanno al papà migliore del mondo.

Al papà migliore del mondo, che mi ha insegnato a lottare e a cercare di essere ogni giono una persona migliore. Grazie per tutto quello che fai e che continui a fare, il tuo esempio per me è una guida che vale più di mille parole. Buon compleanno papà!

Oggi bisogna festeggiare: brindiamo, mangiamo e balliamo a oltranza! …Tu no però, ormai hai una certa età! Ti voglio bene papà, buon compleanno!

Se avessi una bacchetta magica per poter cambiare qualcosa di te…non cambierei niente! Buon compleanno papà, rimani sempre brillante così!

Papà, nel giorno del tuo compleanno, il miglior regalo che ti possa fare è quello di starti accanto! Oggi sei tutto per me! Auguri.

Caro papà, la mamma mi ha fatto scegliere il tuo regalo e non vedo l’ora che tu lo scarti! Forza papà cosa aspetti? Buon compleanno!

Papà per la tua festa
Volevo dirti tante cose belle,
Ma tante, tante
Quante sono le stelle
Ma la mia bocca
È ancora troppo piccina
E ho il cuore commosso stamattina
Poche parole so dirti intanto:
papà ti voglio bene
tanto tanto tanto!

frasi papà

Leggi anche: Frasi Sui Genitori E Immagini: 121 Dediche Ai Genitori

A mio padre, una poesia per lui

La poesia del papà è forse quella che raccoglie al meglio frasi sul padre per i bambini più piccoli e ancora in tenera età. Tuttavia, le poesie al papà sono sempre gradite e anzi, sono tra le frasi per il mio papà, quelle più intense e ricche di sentimenti. Da non escludere anche la poesia sul papà morto, davvero toccante e commovente.

Eri il mio cavallo docile e il tappeto la pianura,
e scendevo e camminavo nelle tue scarpe pesanti
fra colline di poltrone coi miei passi da gigante.
Era dolce, era dolcissimo,
lo ricordo e te lo dico,
eri il mio più grande eroe:
eri il primo vero amico.
(Caro babbo, Marco Masini)

Che bello giocare con le costruzioni
e poi quando è sera guardare i cartoni;
che gioia dipingere con i pennarelli
e mettere assieme i puzzle più belli.
Ma il momento magico anche oggi sarà
quando ritorni tu: papà!

Indovinate chi ce l’ha
il più bravo dei papà?
Sono stato fortunato
sin da quando sono nato:
il più fantastico che c’è
è toccato proprio a me!
Ti ringrazio mio Gesù
perché me l’hai dato Tu.
Quando lui mi è vicino
torna a essere bambino
per giocare insieme a me
e capire i miei perché.
Io gli chiedo di giocare
e lui è lì ad ascoltare
detto fatto, in un baleno,
lui cavallo, io cavaliere!
Per il mondo galoppiamo
monti e valli attraversiamo…
Se siam stanchi di giocare
cominciamo a “favolare”
tante storie inventiamo,
insieme noi ci divertiamo.
Questo è mio papà-bambino
che mi è sempre vicino.

Mio caro papà,
con tanta bontà,
mia guida sei tu:
non chiedo di più.
Riposati un po’:
il pane ce l’ho;
sta’ un poco con me:
ho bisogno di te.
Insieme giochiamo,
scherziamo, parliamo…
Tralascia gli affari
e pensa ai tuoi cari.
Mio caro papà,
tanta felicità
ti doni Gesù,
sempre di più.
(Al papà, Carla Piccinini)

Per fare la ricetta del buon papà
prendi una manciata di buona volontà,
unisci sei cucchiai di santa pazienza
e una buona dose di affetto e tolleranza.
Scalda con abbracci e tenero amore,
unisci tanti baci da far scoppiare il cuore,
aggiungi un chilo e mezzo di grande simpatia,
un mucchio di sorrisi e tanta allegria.
Infine aggiungi coccole in grande quantità
mescola per bene: ed ecco il mio papà!
(Ricetta del buon papà, Jolanda Restano)

Il mio babbo è grande e grosso
forte, alto, un bel colosso!
Buono, fiero, ed elegante
attraente e affascinante!
Divertente e generoso
dolcemente strepitoso!
Voglio urlare a chi non sa:
questo è proprio il mio papà!
(Il mio babbo, Jolanda Restano)

Caro papà, se sapevo che ero così importante sarei nato prima, anche cento anni fa!Quel bacio sospettoso che mi dai la sera mi ha fatto sospettare che mi ami sopra ogni cosa. Forse tu non lo sai ma come dite voi grandi, anche io contraccambio il tuo amore. E la sera, nascosto sotto le lenzuola aspetto il tuo bacio. Quel bacio che mi da sicurezza e felicità. E solo allora posso cominciare a sognare.

Lo conoscete il mio papà?
Ve lo presento: eccolo qua!
Ma non è vero che è un tesoro?
Un paparino tutto d’oro.
Se fa il severo, quando s’arrabbia,
mi dice: “A letto!”.
Io lo abbraccio, gli do un bacetto.
A questo punto subito molla,
diventa dolce, di pastafrolla.

Se mi tornassi questa sera accanto
lungo la via dove scende l’ombra
azzurra già che sembra primavera,
per dirti quanto è buio il mondo e come
ai nostri sogni in libertà s’accenda
di speranze di poveri di cielo
io troverei un pianto da bambino
e gli occhi aperti di sorriso, neri
neri come le rondini del mare.
Mi basterebbe che tu fossi vivo,
un uomo vivo col tuo cuore è un sogno.
Ora alla terra è un’ombra la memoria
della tua voce che diceva ai figli:
– Com’è bella notte e com’è buona
ad amarci così con l’aria in piena
fin dentro al sonno – Tu vedevi il mondo
nel plenilunio sporgere a quel cielo,
gli uomini incamminati verso l’alba.

Giro giro tondo
i papà di tutto il mondo.
Ci sono alti e belli
grassotti oppure snelli.
Ne conosco uno speciale
che non è poi tanto male.
È qui sotto il mio tetto
e mi stringe forte al petto!

Il mio papà è bello e buono
spesso mi dice: “Mio tesoro!”
Arriva stanco dal suo lavoro
ma ha per me sempre un bel dono.
Quanto è bello con lui giocare,
se a cavalluccio mi fa montare;
mi sento felice come un re,
papà e mamma son tutto per me.
Papà, la tua cara presenza
mi dà coraggio e sicurezza,
m’aiuta a crescere in serenità.
oh! che bel dono, sei forte papà!

Prima che nascessero i papà
il mondo era quadrato:
non c’erano le piante,
neppure un albero di cioccolato.
Il sole non riusciva neppure a tramontare
visto che ancora non sapeva rotolare.
I prati non avevano l’erba dipinta,
e i petali dei fiori avevano una faccia stinta.
Se guardavi il cielo vedevi solo nero,
tutto il mondo era scuro e serio serio.
Ma poi è arrivato il mio papà.
Ha arrotolato il cielo intorno al mondo,
ha insegnato al sole a rincorrere le stelle,
e perché la notte non facesse poi paura al suo bambino
ha acceso in cielo un faro e qua e là qualche lumino.
Ha regalato note anche agli uccelli,
e tra i rami degli alberi ha legato solo sogni belli.
Tutto questo ha fatto per me il mio papà.
Ma so, che per il mio amore,
sta costruendo un mondo ancora migliore.

Se sei arrabbiato
perché nel traffico ti sei stancato,
caro papà riprendi fiato:
il mondo è bello ma un po’ affollato.
Caro papà se sei un po’ teso
e il lavoro ti sembra un peso,
tu pensa sempre: sei nel mio cuore,
ti voglio bene a tutte le ore.

Alto, maestoso, gigante, possente,
nella mia vita sei sempre presente.
Hai lunghe braccia che sembrano rami,
corro felice da te se mi chiami.
Come una pianta abbraccio il tuo fusto
e so di essere nel posto giusto.
Tu mi proteggi, di te io mi fido,
ovunque siamo mi sento in un nido.
Se poi mi abbracci l’amore tuo sento,
stringimi forte anche in questo momento.

Arriva un Principe
con un cavallo bianco:
viene da lontano
e sembra molto stanco.
Al posto della spada
c’è l’ombrello
e c’è il cappotto
al posto del mantello;
però a guardarci bene
il cavallo non ce l’ha,
io gli corro incontro
e gli dico: “Ciao papà!”

Terra dalla superficie incolta e arida
terra senza corsi d’acqua né strade
la mia vita sotto il sole trema e si allunga.
Padre, i tuoi dolci occhi non possono nulla
come nulla poterono le stelle
che mi brucianO gli occhi e le tempie.
Il mal d’amore mi tolse la vista
e nella fonte dolce del mio sogno
una fonte tremante si rifletté.
Poi… chiedi a Dio perché mi dettero
ciò che mi dettero e perché poi
incontrai una solitudine di terra e di cielo.
Guarda, la mia giovinezza fu un candido germoglio
che non si aprì e perde
la sua dolcezza di sangue e vitalità.
Il sole che tramonta e tramonta in eterno
si stancò di baciarla… È l’autunno.
Padre, i tuoi dolci occhi non possono nulla.
Ascolterò nella notte le tue parole:
…figlio, figlio mio …
E nella notte immensa
resterò con le mie e con le tue piaghe.
(Il padre, Pablo Neruda)

Dove sull’acque viola
era Messina, tra fili spezzati
e macerie tu vai lungo binari
e scambi col tuo berretto di gallo
isolano. Il terremoto ribolle
da due giorni, è dicembre d’uragani
e mare avvelenato. Le nostre notti cadono
nei carri merci e noi bestiame infantile
contiamo sogni polverosi con i morti
sfondati dai ferri, mordendo mandorle
e mele dissecate a ghirlanda. La scienza
del dolore mise verità e lame
nei giochi dei bassopiani di malaria
gialla e terzana gonfia di fango.
La tua pazienza
triste, delicata, ci rubò la paura,
fu lezione di giorni uniti alla morte
tradita, al vilipendio dei ladroni
presi fra i rottami e giustiziati al buio
dalla fucileria degli sbarchi, un conto
di numeri bassi che tornava esatto
concentrico, un bilancio di vita futura.
Il tuo berretto di sole andava su e giù
nel poco spazio che sempre ti hanno dato.
Anche a me misurarono ogni cosa,
e ho portato il tuo nome
un po’ più in là dell’odio e dell’invidia.
Quel rosso del tuo capo era una mitria,
una corona con le ali d’aquila.
E ora nell’aquila dei tuoi novant’anni
ho voluto parlare con te, coi tuoi segnali
di partenza colorati dalla lanterna
notturna, e qui da una ruota
imperfetta del mondo,
su una piena di muri serrati,
lontano dai gelsomini d’Arabia
dove ancora tu sei, per dirti
ciò che non potevo un tempo – difficile affinità
di pensieri – per dirti, e non ci ascoltano solo
cicale del biviere, agavi lentischi,
come il campiere dice al suo padrone:
“Baciamu li mani”. Questo, non altro.
Oscuramente forte è la vita.
(Al padre, Salvatore Quasimodo)

Se potessi scrivere una storia, sarebbe la più grandiosa mai raccontata, di un padre dolce e amorevole che aveva un cuore d’oro. Potrei scrivere mille pagine ma essere ancora incapace di dire quanto lo ami e quanti mi manchi ogni singolo giorno. Mi ricorderò tutto ciò che mi hai insegnato. Sono ferito ma non mi sento triste perché mi mandi le risposte e sarai sempre mio padre.Ti voglio bene sempre.

frasi al papà

Leggi anche: Poesie per il papà: 77 dediche per lui

Video e immagini per il papà

Le frasi sui papà si possono anche trovare sulle immagini: dolci, delicate e commoventi allo stesso tempo. Le immagini per il papà sono facili da salvare sullo schermo del proprio telefono e del computer. In alternativa, i video sono un modo molto piacevole e diretto per sorprenderlo e dire: ti voglio bene papà.

a mio padre
Sono orgogliosa di dire che il mio idolo è il mio babbo. È affettuoso, divertente e generoso. Ti voglio bene papà!
festa del papà frasi
È tra le tue braccia il posto migliore che conosco. Auguri papà.
frasi papà
Un giorno incontrerò un principe ma il re sarà sempre il mio papà.
immagine papà
Ti mando tutto il mio amore, papà
grazie papà
Con la mia mano nella tua sono pronto ad affrontare il mondo. Ti voglio bene, papà!
per te papà
Ti mando tutto il mio amore, papà
papà figli
Papà: il primo eroe di un figlio, il primo amore di una figlia.
giornata del papà
Va bene, lo ammetto Ho preso tutto dal mio papà! Tutto ciò che so, l’ho imparato da te. Sei grande, papà! Ti voglio bene!
biglietti per papà
Ti voglio un mondo di bene, papà!
per il mio papà foto
Il regalo più preziosi che abbia mai ricevuto, mi è stato concesso da Dio. Lo chiamo papà.

Leggi anche: Festa Della Mamma: 112 Splendide Immagini Da Dedicare

Avatar
Giulia Vigna
Educatrice professionale, lavoro quotidianamente con bambini e ragazzi. Peer supporter in allattamento, sostengo le mamme e organizzo incontri formativi. Da anni scrivo articoli che riguardano la sfera dell'essere donna, mamma e genitore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.