frasi di addio
La vita in Aforismi

Frasi e immagini di addio: 215 modi per lasciare andar via qualcuno

Anche se spiacevole, bisogna saper dire addio. Davanti a una separazione, usare le parole giuste può fare la differenza, per questo abbiamo raccolto le migliori poesie, canzoni, aforismi e frasi di addio a un amico, a un amore o un congiunto venuto a mancare.

Frasi di addio

Non è facile dire addio, in nessuna circostanza. Purtroppo, però, a volte la vita ci costringe ad affrontare le separazioni, che siano in amore, in amicizia o a causa della morte.
Di seguito troverete una selezione delle più belle e struggenti frasi d’addio, adatte a ogni evento che nella vita può portare le strade a separarsi.
Non troverete soltanto frasi d’addio per lui e per lei, per quando un amore finisce o è impossibile, ma anche frasi d’addio per un’amicizia finita e frasi di addio per morte di una persona cara.

Aforismi sull’addio

Ci sono molti tipi di addio cui ci possiamo trovare di fronte nel corso della vita. Può succedere che l’addio sia la fine di qualcosa di bello, ma anche l’inizio di qualcosa di meraviglioso.
Scopriamo le mille sfumature degli addii e le riflessioni più famose nelle prossime frasi sull’addio e trovate l’ispirazione che cercate in quelle per dire addio:

C’era una stella sola e limpida nel cielo colore di rose, un battello lanciò un addio sconsolato, e sentii in gola il nodo gordiano di tutti gli amori che avrebbero potuto essere e non erano stati.
(Gabriel Garcia Marquez)

Anche un addio ha il dovere di spendere una parola.
(Silvana Stremiz)

I sentimenti dell’uomo sono sempre più puri e incandescenti nell’ora dell’incontro e nell’ora dell’addio.
(Jean Paul Richter)

Sono sazia di addii, nauseata dagli addii, traumatizzata dagli addii.
(Daniel Glattauer)

Gli addii migliori sono quelli più brevi.
(Casper Gutman)

Se obbedissi al primo impulso passerei le giornate a scrivere lettere di ingiurie e di addio.
(Emil Cioran)

Non vi dico addio. Spero di combattere come un soldato delle idee.
(Fidel Alejandro Castro Ruz)

Il cuore umano è indistruttibile. Tu immagini soltanto che sia spezzato. In realtà è lo spirito che subisce il vero colpo. Ma anche lo spirito è forte, e se lo desideri, si può sempre riprendere.
(Henry Miller)

Addio, miei coraggiosi Hobbit. La mia opera è terminata; qui, infine, sulle rive del mare, si scioglie la nostra compagnia. Non vi dirò “Non piangete”… perché non tutte le lacrime sono un male!
(J. R. R. Tolkien)

La storia di una vita è più breve di un battito di ciglia. La storia di un amore è ciao e addio finché non ci rivedremo.
(Jimi Hendrix)

Addio mio piccolo signore, che sognavi i treni e sapevi dov’era l’infinito; tutto quel che c’era io l’ho visto, guardando te. E sonostata ovunque, stando con te.
(Alessandro Baricco)

Il mio nome è Sarebbe-potuto-essere, ma mi chiamo anche Non-più, Troppo-tardi, Addio.
(Dante Gabriel Rossetti)

Nessuno osa dire addio a un’abitudine. Molti suicidi si son fermati sulla soglia della morte per il ricordo del caffè dove vanno tutte le sere a fare la loro partita a domino.
(Honorè De Balzac)

Addio mondo, vado con Dio!
(Ciro Menotti)

C’era un cartello giallo con una scritta nera,diceva: “Addio bocca di rosa con te se ne parte la primavera”.
(Fabrizio De André)

Di tutti i modi per dirsi addio, il peggiore è rimanere.

È incredibile quanto durano poco le cose. Hanno un arco così stretto e più le conosci più si restringe, più vedi la fine già dall’inizio. Eppure stiamo al gioco ogni volta. Ogni volta ci sforziamo di crederci.
(Andrea De Carlo)

Se è vero che il denaro parla, l’unica cosa che gli ho sentito dire è «addio».
(Dal film: Analisi di un delitto)

Strano come i momenti più belli e più brutti a volte coincidano: è il paradosso dell’addio.

Non puoi immaginare quante cose si nascondano in una fine. Un vaso di lacrime, una candela spenta, lettere stracciate, ma da qualche parte ci sono strade verso qualcosa di nuovo che non sono mai state così dritte.
(Fabrizio Caramagna)

Sembra un miracolo, incontrarsi per poi dirsi addio, per poi buttarsi in un nuovo abbraccio, in un nuovo inizio.

Che cos’è quella sensazione quando ci si allontana dalle persone e loro restano sulla pianura finché le si vede appena come macchioline che si disperdono?…È il mondo troppo vasto che ci sovrasta, ed è l’addio. Ma noi puntiamo avanti verso la prossima pazzesca avventura sotto i cieli.
(Jack Kerouac)

Forse dietro al nostro addio c’era l’incomprensione: loro mi vedevano come qualcosa che non ero, e io ho cercavo di trasformarli in qualcosa che non avrebbero mai potuto essere.

Gli addii non contano. Conta solo quello che c’è stato.

“Addio amore mio”. Non lo dice. Non c’è spazio per la tenerezza, non a Sparta. Non c’è posto per la debolezza. Solo i duri e i forti possono definirsi Spartani. Solo i duri. Solo i forti.
(Dal film 300)

Se l’arte di iniziare è difficile, quella di porre fine lo è ancor di più.

Gli addii non sono mai spettacolari agli inizi.
Un addio comincia quasi sempre silenziosamente, lentamente. Un addio si insinua nelle parole di tutti i giorni come l’acqua sotto una porta.
All’inizio non è quasi niente. Un po’ di umidità, qualche goccia di screzio e di incomprensione.
Quando arriva l’alluvione, è troppo tardi.
(Fabrizio Caramagna)

A volte prendendo posizione si dice addio a qualcuno, ma a non prenderla si può perdere se stessi.

Accetta ciò che è, lascia andare ciò che era e si fiducioso nel futuro.

Noi viviamo per dire sempre addio.
(Rainer Marie Rilke)

È il più vuoto e tuttavia il più pieno di tutti i messaggi umani: “Addio”.
(Kurt Vonnegut)

Come porre termine, come chiudere: è su questo e non certo su come iniziare o aprire qualcosa, che chi vive la vita liquido moderna ha urgente bisogno di istruzioni.
(Zygmunt Bauman)

Volenti o nolenti l’abbandono ci introduce, dal primo momento in cui lo subiamo, in una terra desolata che non conoscevamo, ci fa ascoltare un timbro inedito della disperazione e della fatica dell’esistere e del desiderare.
(Emanuele Trevi)

Perché ci vuole un minuto per dire ciao e una vita per dire addio?

Abbiamo tutti diritto a un giusto addio. Qualcuno che prima di chiudere si volti ancora una volta.
E ci dia un cenno di saluto, una parola, un’ultimo sguardo.
Ci vedo gentilezza, rispetto. Ci vedo umanità.
(Fabrizio Caramagna)

Teneva gli occhi fissi sulle labbra di Hervè Joncour, come se fossero le ultime righe di una lettera d’addio.
(Alessandro Baricco)

Io penso che alla fine tutta la vita non sia altro che un atto di separazione, ma la cosa che crea più dolore è non prendersi un momento per un giusto addio.
(Dal film “La vita di Pi”)

frasi addio
In italiano la parola “addio” è terribile: quelle due “d” che sembrano buttare fuori dalla vita due vocali. “Adios” è la perfezione. “Adieu” una dolce via di mezzo.

Leggi anche: Frasi di incoraggiamento e conforto: 101 frasi, immagini e video per dare conforto e incoraggiare

Frasi di addio per lui e per lei

Quando un amore finisce, come si fa a trovare le parole giuste per lasciarsi? Purtroppo, non esistono magiche frasi di addio a un amore che non facciano soffrire, ma rifletterci su può aiutare a superare un momento così difficile.
Abbiamo scelto le più famose e significative

Pensò: ora vado a salutarla di nuovo. Poi subito si corresse: no, gli addii non si ripetono, la prima volta sono romantici, la seconda noiosi, la terza ridicoli o tragici.
(Stefano Benni)

Ci vuole coraggio a lasciar andare qualcuno che vorresti restasse con te.

E non appena lei gli ebbe pronunciato addio, lui, con un fil di voce, riuscì a dire: “Sappi che io ti ho amata veramente”.

Quando una donna ci lascia con un “Addio” c’è ancora speranza. Quando si congeda con un “Arrivederci” non c’è più niente da fare.
(Roberto Gervaso)

Ho deciso di portarti dentro perché averti accanto era un dramma e tu eri invalicabile, roba che ti chiudevi e mi chiedevi di non piangere. Sono arrivato al punto di dirti addio, mi dispiace amore mio ma la scelta giusta è stata dirsi addio.

Erano capaci di dirsi cose orribili, ma non di dirsi addio.

Dire addio richiede coraggio, è un atto di volontà personale per soddisfare un bisogno vitale. Significa chiudere un circolo in cui diciamo a noi stessi che non ci permetteremo più di soffrire, perché chi ci regala solo assenza non merita la nostra presenza.

Voglio che tu sappia che ci sarà sempre un po’ di te dentro di me e ti sono grato per questo. Chiunque tu sia diventata, in qualunque parte del mondo tu sia, ti mando il mio amore.

Scriverò ancora di te, perché non è mai finita, un addio non detto non può essere la fine.
(Charles Bukowski)

La paura dell’abbandono fa fare cose assurde, che per paura di sentirsi dire addio un giorno, lo si pronuncia per primi.
(Giulia Carcasi)

La morte di un amore è come la morte d’una persona amata. Lascia lo stesso strazio, lo stesso vuoto, lo stesso rifiuto di rassegnarti a quel vuoto. Perfino se l’hai attesa, causata, voluta per autodifesa o buonsenso o bisogno di libertà, quando arriva, ti senti invalido. Mutilato.
(Oriana Fallaci)

Ho scritto la lettera d’addio alla persona che amo, ora che la amo, perché quando arriverà finirà, anche il nostro addio dovrà essere pieno d’amore.

Con le donne accade due volte di non saper cosa dire: all’inizio e alla fine d’un amore.
(Gesualdo Bufalino)

Non ti dimenticare che da qualche parte tra il nostro “ciao” e il nostro “addio” c’è stato tanto amore.

Non essere amati è una sofferenza grande, però non la più grande. La più grande è non essere amati più.
(Massimo Gramellini)

Prima di andarmene, vorrei piantare un seme nella tua mente, una minuscolo germoglio delle mie emozioni e dei miei sogni.
Mi immagino che poco alla volta, un giorno dopo l’altro, arriverà una mattina in cui ti sveglierai e troverai un albero pieno meraviglia.
E penserai a me. E ti chiederai dove sono.
(Fabrizio Caramagna)

Molto spesso, per riuscire a scoprire che siamo innamorati, forse anche per diventarlo, bisogna che arrivi il giorno della separazione.
(Marcel Proust)

Si continua ancora lungamente a vedersi per abitudine e a dirsi con la bocca che ci si ama, dopo che i modi dicono che non ci si ama più.
(Jean de La Bruyère)

Di un amore finito ti mancano anche i momenti brutti, anche le infelicità.
(Ivan Cotroneo)

Quello che mi manca di lui sono io quando stavo con lui.
(Chiara Gamberale)

È più facile capire quando l’amore comincia che quando finisce.
(Roberto Gervaso)

Quel bacio d’addio che somiglia al saluto, quell’ultimo sguardo d’amore che diventa la più acuta fitta di dolore.
(George Eliot)

L’inferno è non amare più.
(Georges Bernanos)

E adesso, cara, addio. Ho già parlato troppo. E il tempo che si perde per leggere una lettera non varrà mai la pena che ci si metta a scriverla.
(Paul Verlaine)

Mi si erano spente le vene, gelata la pelle. Avevo avuto freddo, lui se ne era andato.
(Elena Ferrante)

Quando un amore finisce, uno dei due soffre. Se non soffre nessuno, non è mai iniziato. Se soffrono entrambi, non è mai finito.
(Marilyn Monroe)

Ogni donna che ha finalmente capito il suo valore, ha raccolto le valigie del suo orgoglio, è salita sul volo della libertà, ed è atterrata nella valle del cambiamento.
(Shannon L. Alder)

Che l’addio sia triste o brutto non me ne importa niente, ma quando lascio un posto mi piace saperlo, che lo sto lasciando. Se no, ti senti ancora peggio.
(J.D. Salinger)

Come avevano fatto a passare gli ultimi sedici anni a disimpararsi a vicenda? Come aveva fatto la somma di tutta la presenza a trasformarsi in assenza?
(Jonathan Safran Foer)

Non c’è alcuna alternativa per gli esseri che si amano e si separano – bisogna disperarsi oppure dimenticarsi.
(Paul Valéry)

L’amore non muore mai di morte naturale. Muore perché noi non sappiamo come rifornire la sua sorgente. Muore di cecità e di errori e tradimenti. Muore di malattia e di ferite, muore di stanchezza, per logorio o per opacità.
(Anaïs Nin)

Per un po’ forse continuerò a urlare il tuo nome a me stesso, nel cuore. Ma alla fine la ferita si cicatrizzerà.
(David Grosmann)

Il mondo sarebbe un posto migliore se parole come “addio” e “ti amo” si potessero dire una sola volta nella vita.

frasi d addio
Gli addii non contano. Conta solo quello che c’è stato.

Leggi anche: Amore finito: 131 immagini, video e frasi

Frasi di addio a un amore impossibile

Se certi amori hanno occasione di sbocciare, vivere e morire, altri non sono così fortunati. Li chiamiamo “amori impossibili”, quando la vita si accanisce contro due innamorati.
Quando il pensiero non riesce ad allontanarsi dall’amore che poteva essere, le frasi di addio d’amore sono di aiuto per guardare verso il futuro.
Ecco le più struggenti frasi d’addio per un amore impossibile, ma indimenticabile:

Amare è così breve, e dimenticare così lungo.
(Pablo Neruda)

Non piangere perché è finita. Sorridi perché è successo.
(Dr. Seuss)

Avrei avuto risposte bellissime a tutte le domande che non mi hai mai fatto.

L’amore è anche imparare a rinunciare all’altro, a saper dire addio senza lasciare che i tuoi sentimenti ostacolino ciò che probabilmente sarà la cosa migliore per coloro che amiamo.
(Sergio Bambarén)

Tutte queste canzoni che parlano di noi e noi che non ci parliamo più.

Se hai così tanto coraggio da dire ‘Addio’, la vita ti premierà con un nuovo ‘Ciao’.
(Paulo Coelho)

C’era una stella sola e limpida nel cielo colore di rose, un battello lanciò un addio sconsolato, e sentii in gola il nodo gordiano di tutti gli amori che avrebbero potuto essere e non erano stati.
(Gabriel Garcia Márquez)

Strano sapersi perduti tutti i giorni e non dirsi mai addio.
(Erri De Luca)

E comunque dobbiamo metterci in testa che passerà solamente quando perderemo completamente la testa per un’altra persona. Fino ad allora prepariamoci ad affogare le lacrime nel cuscino.

Forse siamo troppo simili o troppo diversi per stare insieme, nonostante il sentimento che ci lega. Siamo incompatibili, l’unico modo per essere felici è dirci addio.

Ma tu credimi, dirti addio, era l’ultimo dei miei pensieri. Non avrei mai voluto farlo ma a volte, ti rendi conto che non hai altra scelta. Ero lì in bilico tra te e me, tra il male e il bene, tra il dolore e quella che pensavo essere la stabilità che andavo cercando. Tu non eri niente del genere, non eri sicurezza, non eri stabilità, non eri più neanche un sorriso di gioia ma io, restavo combattuta, perché in realtà, c’era qualcosa di ancora troppo forte che si ostinava a tenermi legata a te. Facevo finta di niente, non ci pensavo, dicevo a me stessa che era il momento di chiudere, di andare avanti, di dire basta ma il mio cuore non ne voleva sapere. Il mio cuore era un cuore innamorato e per lui lasciarti andare era qualcosa di inconcepibile. So di aver rotto il mio cuore nell’esatto momento in cui ho detto basta, ma in realtà il mio cuore era già rotto per tutto ciò che hai scelto di non essere.
(Cristiana Tognazzi)

Proprio ora che devo dirti addio, sei l’unica persona che mi potrebbe consolare. Il destino si prende gioco di noi, ma è inevitabile, posso solo sperare che un giorno le nostre strade si rincontreranno.

La parte difficile non è dimenticare il passato, ma il futuro che avevo immaginato.

L’eleganza di non voltarsi. E potrebbe anche esserci un tramonto con la parola “ti prego, resta” marchiata a fuoco o un angelo che ti sfiora le spalle.
(Fabrizio Caramagna)

Il lasciato, la lasciata lo sanno bene che c’è qualcosa che rimane nascosto, che lo stesso lasciante non sa. Una buona parte della ragioni del lasciare stanno in una zona oscura, da cui nessuna archeologia e nessuna capacità di predizione riesce a liberarle. Chi viene lasciato pensa che l’altro sappia più di lui/lei, nasconda qualcosa. L’altro, l’altra che ci lasciano hanno le proprie ragioni che essi stessi non conoscono.
(Franco La Cecla)

Se ami saprai che tutto inizia e tutto finisce, che c’è un momento per l’inizio ed un momento per la fine e questo non crea una ferita. Non rimani ferito, sai che quella stagione è finita. Non ti disperi, riesci a comprendere e ringraziare l’altro: “Mi hai dato tanti bei doni, mi hai donato nuove visioni della vita, hai aperto finestre nuove che non avrei mai scoperto da solo. Adesso è arrivato il momento di separarci, le nostre strade si dividono”. Non con rabbia, non con risentimento, senza lamentele e con infinita gratitudine, con grande amore, con il cuore colmo di riconoscenza. Se sai come amare, saprai come separarti.
(Osho)

Lasciarsi male è spesso l’unico modo.
(Franco La Cecla)

Era finita, le dispiaceva che fosse finita, ma era venuto meno l’amore. Fui sopraffatto da un senso di tradimento, tradimento perché una relazione, nella quale avevo investito così tanto, era stata dichiarata fallita senza che nemmeno me ne accorgessi.
(Alain de Botton)

Io credo che in certi momenti si possa sopravvivere solo se il cuore muore.
(Maria Stella Conte)

Non credo che la vedrò mai più. Non la potrò mai più vedere, sentire, toccare, abbracciare, ascoltare; non riderò più con lei, non aspetterò il rumore dei suoi passi, non sorriderò sentendole aprire la porta, non incastrerò il suo corpo nel mio, il mio nel suo.
(Julian Barnes)

Dentro il tuo cuore c’erano fuochi al galoppo e praterie oscillanti e onde melodiose e fragole innamorate. Certe volte uscivano e andavano a far festa sulla mia mano, finché un giorno sono venuti a dirmi parole incomprensibili e la mia mano non ha sentito più nulla. Vicino a me un libro mi ha detto che l’amore è qualcosa che non si incatena, viene e poi sfuma e torna nel grande nulla da cui era nato. Ma la mia mano non legge i libri e certe notti continua ad aspettare.
(Fabrizio Caramagna)

Se fosse morto saprei almeno chi ho perduto e chi sono io. Adesso non so più niente. Tutta la mia vita è sprofondata dietro di me come in quei terremoti in cui la Terra si divora da sé. Sprofonda dietro di voi man mano che fuggite.
(Simone De Beauvoir)

E la morale della storia è che uno non ricorda cos’è successo. Quello che ricorda diventa quello che è successo. E la seconda morale della storia, se una storia può avere più di una morale, è che i mollatori, di per se stessi, non sono peggiori dei mollati: una rottura non si subisce mai. La si costruisce in due.
(John Green)

Tranquilli, è possibile riprendersi dagli amori finiti, è da quelli mai cominciati che non se ne esce più.

L’inferno è la sofferenza di non poter più amare.
(Fëdor Dostoevskij)

Bisognerebbe ricominciare dall’inizio ogni giorno. Dirsi addio e perdersi di vista. E poi subito cercarsi e ritrovarsi. Bisognerebbe vivere soltanto di inizi. Come due sconosciuti, che si hanno senza aversi mai del tutto.
(Fabrizio Caramagna)

“Ti lascio” corrisponde a un “Ti amo”, è una pretesa, non un dialogo.
(Franco La Cecla)

L’inizio dell’amore è spesso simultaneo. Non così la fine: da ciò nascono le tragedie.
(Alessandro Morandotti)

È così che finiscono gli amori. Le labbra si stancano, i respiri si placano, i battiti diminuiscono, gli orizzonti si restringono. Senti solo il peso delle cose non fatte, delle promesse non mantenute. E dal soffitto le domande ti guardano e non cercano neanche più risposta.
(Fabrizio Caramagna)

Pensa a dove l’hai vista l’ultima volta.
Guarda se è ancora lì.
Se non c’è, chiediti perché se n’è andata.
Se c’è, chiediti perché non sei rimasto.
(Eric Jarosinski)

Le parole se ne stanno zitte sulla soglia a un passo da te che resti fuori, e io non so come chiamarti e chiederti di tornare indietro. È così che nascono gli addii.
(Fabrizio Caramagna)

L’inizio è dolce, assurdo, felice. L’intreccio pieno di buona volontà, forte e carico di tensioni. La fine, una lacerazione.
(Nuria Barrios)

frasi da addio
L’inizio dell’amore è spesso simultaneo. Non così la fine: da ciò nascono le tragedie. (Alessandro Morandotti)

Leggi anche: Amore impossibile: 149 frasi, aforismi, immagini, lettere d’addio e canzoni da dedicare

Frasi di addio per un amico

Non sono solo le storie d’amore finite a farci soffrire, anche un’amicizia che per un motivo o per un altro arriva al capolinea può essere causa di dolore.
Il sentimento dell’amicizia a volte è così profondo e tenace che le frasi per dire addio a un amico possono suonare quasi come frasi di addio per un amore finito. Dopotutto, l’amicizia è una forma di amore.
Che il rapporto sia finito in modo pacifico o no, per dire “addio amico mio” frasi e pensieri da dedicare all’amicizia finita.

Non ci sono addii per noi. Ovunque tu sia, sarai sempre nel mio cuore.
(Mahatma Gandhi)

Molte cose sono cambiate completamente, per cui vedo, sento e credo in modo diverso dal tuo. […] Malgrado tutto non me ne vengo fuori con paroloni, ma dico semplicemente: la maniera di restare amici è di separarci. È cosa dura a dirsi, ma mi dà un senso di pace.
(Vincent van Gogh)

E quando riceverai il mio silenzio come risposta, allora lì, sì che per me è finita davvero.

Il mio saluto era un arrivederci, il tuo abbraccio era un addio.

Ti dico addio perché so che non hai più bisogno di me, perché non sono la tua priorità, perché i tuoi vuoti mi riempiono di carenze e perché, anche se non l’abbiamo mai detto ad alta voce, sappiamo bene che ci siamo già salutati da tempo.

Eri parte di me e lo sarai per sempre, ma devo dirti addio. Non cambiare mai per nessuno, sii orgoglioso di te stesso e di quello che sei.

Finché il ricordo di alcuni amati amici vive nel mio cuore, dirò che la vita è bella.
(Helen Keller)

Si dice “si chiude una porta si apre un portone”. Il punto è che io non so chiudere quelle porte, al massimo le posso lasciare socchiuse, come a dire “anche se per te è un addio per me è un arrivederci”. Torna. Torna quando vuoi. Io ti aspetterò.

Gli addii sono sempre tristi, ma quando si tratta di persone a cui vogliamo bene, diventano quasi intollerabili.

Non dire mai addio perché addio significa andare via e andare via significa dimenticare.
(J. M. Barrie)

I veri addii scattano nella mente, sono silenziosi.
Sono i più veri, i più pericolosi.
Sono quelli che tieni per te.
E puoi anche continuare a sentirla una persona.
Non ti avrà più se l’hai salutata dentro.
(Massimo Bisotti)

È triste salutarsi con un “ciao” dopo anni di risate. Dopo anni di pianti, litigate, scherzi, abbracci, bugie, sorrisi. Dopo anni di amicizia solo “ciao”.

Ti vorrò bene sempre, perché tu me ne hai voluto quando nemmeno io me ne volevo.

Gli addii sono solo per coloro che amano con gli occhi. Per chi ama con il cuore e con l’anima, non esiste separazione.
(Jalāl ad-Dīn Rumi)

Alle volte pensi mai a chi se n’è andato? A coloro che hai perso e che ti hanno abbandonato? Chissà se hanno mai pensato a quanto male ci sei stato.

Dirti addio vorrebbe dire non pensarti più, non provare più nulla. Credimi, sono mille miglia lontano dal volerti dire addio.
(Daniel Glattauer)

Credo che la forma peggiore di addio sia quella non detta, quando l’altro ha già deciso, mentre tu sei sempre lì che aspetti.

Non basta dire addio a una persona per dimenticarla, se l’hai nel cuore il suo ricordo ti verrà a trovare sempre.
(Vera Santoro)

Il mio non sarà mai un addio, non sarò mai capace di dirtelo. Ti dirò sempre arrivederci, perchè magari un giorno la vita sarà così buona da riportarti da me.

La peggiore sensazione che ho provato con te fu sedermi al tuo fianco e sentire la tua mancanza.

Il dolore della separazione è nulla in confronto alla gioia di incontrarsi di nuovo.
(Charles Dickens)

Ma forse è meglio un addio che ti porta via per sempre, piuttosto che un “ciao” che non porta a niente.

Ho capito che non basta dire “addio” per abbandonare una persona. Non basta cancellare le foto, il suo numero, i suoi messaggi per dimenticare quello che avete condiviso. Andare avanti e fingere di sorridere non migliorerà le cose, perché il dolore della sua assenza sarà sempre lì. E ritornerà a tormentarti.

Morire e separarsi è un male minore; ma andarsene e vivere, là, c’è il tormento.
(George Lansdowne)

Sei l’addio che metterò sempre in dubbio.

Propongo di cancellare la parola “addio” dal vocabolario: tanto quando serve, non si usa.

Noi abbiamo avuto una brutta fine, di quelle dove ci si insulta o non si risponde più. È da settimane che non parliamo, che cerco consolazione nell’alcool o in altre persone pescate a caso come nelle bancarelle nelle fiere paesane, e così è da settimane che non penso ad altro, che non sogno altro, che mi manchi.

Non lasciarti sgomentare dagli addii. Un addio è necessario prima che ci si possa ritrovare. E il ritrovarsi dopo momenti o esistenze, è certo per coloro che sono amici.
(Richard Bach)

Se arrivo a tagliarti fuori dalla mia vita, probabilmente le forbici per farlo me le hai date tu.

poesie d addio
Se arrivo a tagliarti fuori dalla mia vita, probabilmente le forbici per farlo me le hai date tu.

Leggi anche: Frasi sulla bellezza: 280 aforismi, immagini, poesie e canzoni per celebrarla

Frasi di addio per defunti

Perdere una persona cara è un dolore inimmaginabile, una sensazione di vuoto che permane e che inevitabilmente si acuisce ogni volta che i ricordi si affacciano.
Elaborare un lutto è un processo estremamente intimo e personale, che però impone prima di tutto di affrontare la situazione e cercare di farsene una ragione.
Attraverso le frasi per un addio a chi non c’è più, potete affrontare il lutto e allo stesso tempo dedicare un pensiero a chi ci ha lasciato:

Perché è la perdita la misura dell’amore?
(Jeanette Winterson)

Chi pensa sia necessario filosofare deve filosofare e chi pensa non si debba filosofare deve filosofare per dimostrare che non si deve filosofare; dunque si deve filosofare in ogni caso o andarsene di qui, dando l’addio alla vita, poiché tutte le altre cose sembrano essere solo chiacchiere e vaniloqui.
(Aristotele)

È difficile dire addio alle persone che hai amato. Il cuore si spezza pensando a loro che fanno parte di un tempo ormai passato.
(Roberto Giusti)

A volte non si dice addio a una persona, ma ad una parte di noi stessi.

Quando sono per sempre, gli addii dovrebbero essere rapidi.
(Lord Byron)

Lontano, ero con te quando tuo padre entrò nell’ombra e ti lasciò il suo addio.
(Eugenio Montale)

In ogni addio c’è un’immagine della morte.
(George Eliot)

Ho lasciato scuole e posti senza nemmeno sapere che li stavo lasciando. È una cosa che odio. Che l’addio sia triste o brutto non me ne importa niente, ma quando lascio un posto mi piace saperlo, che lo sto lasciando. Se no, ti senti ancora peggio.
(J. D. Salinger)

Ognuno porta in fondo a sé stesso come un piccolo cimitero di coloro che ha amato.
(Romain Rolland)

In quelle ore lunghe fui la sentinella del dolore, vegliai insieme a una nuova folla di parole morte… Devo imparare di nuovo il passo tranquillo di chi crede dove sta andando e perché… ora mi sentivo in petto un dolore lungo che mi privava di ogni sentimento.
(Elena Ferrante)

C’è un momento in cui dal cuore qualcosa si stacca e cade. Lo riconosci subito. Non fa nessun rumore, ma il sangue gela e il cielo scappa da un’altra parte.
(Fabrizio Caramagna)

La paura della vita si supera vincendo la paura della morte. La paura dell’amore si supera vincendo la paura del distacco.
(Giorgio Agnisola)

Chi vive il lutto sperimenta diversamente il mondo.
(Verena Kast)

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
(Eugenio Montale)

“La signorina Albertine se n’è andata!” Come, più della psicologia stessa, la sofferenza la sa lunga in materia di psicologia! Un momento prima, mentre mi stavo analizzando, avevo creduto che una separazione senza essersi riveduti fosse appunto quella che avevo desiderata; e, paragonando la mediocrità dei piaceri che Albertine mi dava con la ricchezza dei desideri che mi impediva di realizzare, mi ero riconosciuto assai acuto, concludendo che non volevo più vederla, che non l’amavo più. Ma quelle parole: “La signorina Albertine se n’è andata!” avevano provocato un dolore tale nel mio cuore, che non avrei saputo resistere più a lungo.
(Marcel Proust)

frasi sull addio
Se l’arte di iniziare è difficile, quella di porre fine lo è ancor di più.

Leggi anche: Frasi e immagini condoglianze: 142 modi per ricordare un defunto con frasi, immagini e video

Frasi di addio in inglese

Sarà perché siamo abituati a sentire film e canzoni in inglese, o perché è una lingua che riesce a esprimere alcuni concetti in modo più sintetico e “secco”, fatto sta che le frasi d’addio d’amore, così come quelle d’addio per amici in inglese a volte suonano meglio.
Se siete alla ricerca di brevi frasi di addio per amore, per lutto o per la fine di un’amicizia in lingua inglese, vi proponiamo una breve raccolta delle più eloquenti e famose:

Nothing lasts forever. Forever is a lie. All we have is what’s in between hello and farewell.
(Niente dura per sempre. “Per sempre” è una bugia. Tutto quello che abbiamo è in mezzo a un ciao e un addio.)

Dont cry because its over, smile because it happened.
(Non piangere perché è finita. Sorridi perché è successo.)
(Dr. Seuss)

Farewell! God knows when we shall meet again.
(Addio! Dio solo sa quando ci incontreremo di nuovo.)
(William Shakespeare)

Yesterday brought the beginning, tomorrow brings the end, though somewhere in the middle we became the best of friends.
(Ieri ci ha portato all’inizio, il domani ci porta alla fine e da qualche parte nel mezzo siamo diventati migliori amici.)

It’s time to say goodbye, but I think goodbyes are sad and I’d much rather say hello. Hello to a new adventure.
(È arrivato il momento di dirci addio, ma penso che gli addii sono tristi, preferirei di gran lunga dire “ciao”. Ciao a una nuova avventura.)
(Ernie Harwell)

Love knows not its own depth until the hour of separation.
(L’amore non conosce la sua profondità fino all’ora della separazione.)
(Khalil Gibran)

The two hardest things to say in life is hello for the first time and goodbye for the last.
(Le due cose più difficili da dire nella vita sono “ciao” per la prima volta e “addio” per l’ultima.)
(Moira Rogers)

We started with a simple hello, but ended with a complicated goodbye.
(Abbiamo iniziato con un semplice saluto, ma concluso con un addio complicato.)

Only in the agony of parting do we look into the depths of love.
(Solo nell’agonia della separazione guardiamo nelle profondità dell’amore.)
(George Eliot)

Saying goodbye is one of the most painful ways to solve a problem, but sometimes it’s necessary.
(Dire addio è uno dei modi più dolorosi per risolvere un problema, ma a volte è necessario.)

Kindred hearts no distance parts.
(I cuori gemelli non si dividono con la distanza.)
(James Lendall Basford)

There are no goodbyes for us. Wherever you are, you will always be in my heart.
(Non ci sono addii per noi. Ovunque tu sia, sarai sempre nel mio cuore.)
(Mahatma Gandhi)

poesie di addio amore
Quando sono per sempre, gli addii dovrebbero essere rapidi. (Lord Byron)

Leggi anche: Frasi e immagini sull’amicizia in inglese: 105 pensieri con traduzione da dedicare

Poesie di addio

Il dolore e l’amore sono probabilmente i sentimenti più potenti che si possono provare e che spingono i poeti a comporre i loro versi.
In queste poesie sull’addio è racchiuso tutta la rassegnazione, la rabbia e l’amore che si celano dietro a un “addio”.
Trovate le rime più affini al vostro spirito o prendete ispirazione dalle frasi d’addio a un amore o un’amicizia che si trovano in queste poesie d’addio:

Ti aspetto e ogni giorno
mi spengo poco per volta
e ho dimenticato il tuo volto.
Mi chiedono se la mia disperazione
sia pari alla tua assenza
no, è qualcosa di più:
è un gesto di morte fissa
che non ti so regalare.
(Alda Merini)

O caro amico addio, senza parole,
senza versare lacrime o sorridere.
Morire non è nuovo sotto il sole,
ma più nuovo non è nemmeno vivere.
(Sergej Esenin)

Dal fondo di te, e inginocchiato,
un bimbo triste, come te, ci guarda.
Per quella vita che arderà nelle sue vene
Dovrebbero legarsi le nostre vite.
Per quelle mani, figlie delle tue mani,
dovrebbero uccidere le mie mani.
Per i suoi occhi, aperti sulla terra
Vedrò un giorno le lacrime nei tuoi.

Io non voglio, Amata.
Perché nulla ci leghi,
che nulla ci unisca.
Né la parola che profumò la tua bocca
né ciò che le parole non dissero…
Né la festa d’amore che non avemmo
né i tuoi singhiozzi vicino alla finestra

Amo l’amore dei marinai
che baciano e se ne vanno.
Lasciano una promessa.
Mai più ritornano.
In ogni porto una donna attende:
i marinai baciano e se vanno.
Una notte si coricano con la morte
nel letto del mare.

Amo l’amore che si suddivide
in baci, letto e pane.
Amore che può essere eterno
e può essere fugace.
Amore che vuol liberarsi
per tornare ad amare.
Amore divinizzato che si avvicina.
Amore divinizzato che se ne va.

Più non si incanteranno i miei occhi nei tuoi,
più non si addolcirà vicino a te il mio dolore.
Ma dovunque andrò porterò il tuo sguardo
e dove andrai porterai il mio dolore.
Fui tuo, fosti mia. Cos’altro? Insieme facemmo
un angolo di strada dove l’amore passò.
Fui tuo, fosti mia. Tu sarai di colui che t’amerà,
di colui che taglierà nel tuo orto ciò che io ho seminato.
Me ne vado. Son triste: ma sempre sono triste.
Vengo dalle tue braccia. Non so dove vado.
Dal tuo cuore mi dice addio un bimbo.
Ed io gli dico addio.
(Pablo Neruda)

Io sono come quella foglia – guarda –
sul nudo ramo, che un prodigio ancora
tiene attaccata.
Negami dunque. Non ne sia rattristata
la bella età che a un’ansia ti colora,
e per me a slanci infantili s’attarda.
Dimmi tu addio, se a me dirlo non riesce.
Morire è nulla; perderti è difficile.
(Umberto Saba)

Stavo per dirti “addio”; ma subito
ho frenato la mia voce, e sono ancora qui.
Separarmi da te mi fa paura: è spaventoso,
come l’amara notte di Acheronte.
Splendore del mattino è il tuo; ma è muto
il giorno: tu invece mi porti in dono la tua voce,
anche più dolce di un canto di sirena. In lei è sospesa
ogni speranza del mio cuore.
(Paolo Silenziario)

L’uomo dice alla donna
t’amo
e come:
come se stringessi tra le palme
il mio cuore, simile a scheggia di vetro
che m’insanguina i diti
quando lo spezzo
follemente.

L’uomo dice alla donna
t’amo
e come:
con la profondità dei chilometri
con l’immensità dei chilometri
cento per cento
mille per cento
cento volte l’infinitamente cento.

La donna dice all’uomo
ho guardato

con le mie labbra
con la mia testa col mio cuore
con amore con terrore, curvandomi
sulle tue labbra
sul tuo cuore
sulla tua testa.
E quello che dico adesso
l’ho imparato da te
come un mormorio nelle tenebre
e oggi so
che la terra
come una madre
dal viso di sole
allatta la sua creatura più bella.
Ma che fare?
I miei capelli sono impigliati ai diti di ciò che muore
non posso strapparne la testa
devi partire
guardando gli occhi del nuovo nato
devi abbandonarmi.

La donna ha taciuto
si sono baciati
un libro è caduto sul pavimento
una finestra si è chiusa.

È così che si sono lasciati.
(Nazim Hikmet)

Impari che l’amore non è appoggiarsi a qualcuno
e la compagnia non è sicurezza.

E inizi a imparare che i baci non sono contratti
e i doni non sono promesse.

E incominci ad accettare le tue sconfitte a testa alta
e con gli occhi aperti con la grazia di un adulto
non con il dolore di un bimbo.

E impari a costruire tutte le strade oggi
perché il terreno di domani è troppo incerto
per fare piani. Dopo un po’ impari che il sole scotta,
se ne prendi troppo.

Perciò pianti il tuo giardino e decori la tua anima,
invece di aspettare che qualcuno ti porti i fiori.
E impari che puoi davvero sopportare,
che sei davvero forte, e che vali davvero.
(Jorge Luis Borges)

Non ce l’ho con la primavera
perché è tornata.
Non la incolpo
perché adempie come ogni anno
ai suoi doveri.

Capisco che la mia tristezza
non fermerà il verde.
Il filo d’erba, se oscilla,
è solo al vento.

Non mi fa soffrire
che gli isolotti di ontani sulle acque
abbiano di nuovo con che stormire.

Prendo atto
che la riva di un certo lago
è rimasta – come se tu vivessi ancora –
bella come era.

Non ho rancore
contro la vista per la vista
sulla baia abbacinata dal sole.

Riesco perfino a immaginare
che degli altri, non noi
siedano in questo momento
su un tronco rovesciato di betulla.

Rispetto il loro diritto
a sussurrare, a ridere
e a tacere felici.

Suppongo perfino
che li unisca l’amore
e che lui la stringa
con il suo braccio vivo.

Qualche giovane ala
fruscia nei giuncheti.
Auguro loro sinceramente
di sentirla.

Non esigo alcun cambiamento
dalle onde vicine alla riva,
ora leste, ora pigre
e non a me obbedienti.

Non pretendo nulla
dalle acque fonde accanto al bosco,
ora color smeraldo,
ora color zaffiro,
ora nere.

Una cosa soltanto non accetto.
Il mio ritorno là.
Il privilegio della presenza
ci rinuncio.

Ti sono sopravvissuta solo
e soltanto quanto basta
per pensare da lontano.
(Wisława Szymborska)

Povero Catullo, smettila di illuderti!
Ciò che è perso – e lo sai – è perso: ammettilo.
Giorni di luce i tuoi, un lampo lontano,
quando correvi dove la tua fanciulla ti chiamava,
lei amata come nessuna sarà mai.
Quanta allegria, allora: quanti giochi
volevi, e lei accettava.
Davvero un lampo lontano, quei giorni.
Ora non vuole più: e tu devi accettare.
Non seguirla, se fugge, e non chiuderti alla vita:
resisti, con tutte le tue forze.
Addio, fanciulla. Catullo è forte:
non verrà a cercarti, non ti pregherà, se tu non vuoi.
Ma tu, senza le sue preghiere, soffrirai.
Ah, infelice, che vita ti rimane?
Chi ti vorrà? A chi sembrerai bella?
Chi amerai? A chi morderai le labbra?
Ma tu, Catullo, non cedere, resisti.
(Catullo)

Ah fratello, fratello! Trascinato
per molte genti e per molti mari,
sono arrivato qui. Ecco le offerte
che si devono ai morti, nudi riti
d’addio, parole vane per le ceneri
silenziose.
Brutalmente il destino
ti ha rapito a me, povero fratello.
Ora non restano che gli antichi onori
dei padri che tristemente ti rendo
e le parole d’addio: per sempre,
fratello, addio, fratello mio, per sempre.
(Ugo Foscolo)

Senz’addii m’hai lasciato e senza pianti;
devo di ciò accorarmi?
Tu non piangevi perché avevi tanti,
tanti baci da darmi.
Durano sì certe amorose intese
quanto una vita e più.
Io so un amore che ha durato un mese,
e vero amore fu.
(Umberto Saba)

poesie d addio d amore
Ti aspetto e ogni giorno mi spengo poco per volta. e ho dimenticato il tuo volto. Mi chiedono se la mia disperazione sia pari alla tua assenza no, è qualcosa di più: è un gesto di morte fissa che non ti so regalare. (Alda Merini)

Leggi anche: Poesie sulla vita: 62 poesie d’autore per innamorarsi della vita e dell’amore

Canzoni per dire addio

Poche cose al mondo riescono a scatenare emozioni e ricordi come la musica. Allo stesso modo, la musica è un potente strumento per veicolare i nostri messaggi ed esprimere quello che abbiamo dentro.
Trovare le parole giuste per un addio non è mai facile, ma queste canzoni trasmettono benissimo con parole e musica quello che vogliamo dire, con frasi d’addio per lei e per lui da dedicare e dedicarsi:

Now I’m trying to wake you up
To pull you from the liquid sky
‘Cause if I don’t we’ll both end up
With just your songs that say goodbye
(Placebo – Song To Say Goodbye)

Solo il tempo di vestirsi e andare
Insegnami com’è
Dire addio e non girarsi a guardare
(Achille Lauro feat. Boss Doms – Penelope)

Non voglio soffrire, devo risalire, e ringrazio Dio che m’ha dato il coraggio di dirti Addio.
Tra i silenzi, e i lividi, parleranno i brividi,
io che t’ho dato tutta me stessa, che mi bastava solo un tuo sorriso, tu che hai mentito solo a te stesso, cosa ti ha dato l’avermi tradito ancora?
(Claudia Megrè – Addio)

Quando parlo avverto un tremolio
Come quando mi chiedono se credo in Dio
Sapessi quante volte ti avrei detto addio
Ma riflesso nei tuoi occhi sembro bello anch’io
(Nitro – Pleasantville)

E il più lungo viaggio fu quel viaggio che
non fu iniziato
E fu senza saluto
il più compiuto addio
(Francesco De Gregori – Passato Remoto)

Andare via lontano a cercare un altro mondo,
dire addio al cortile, andarsene sognando.
E poi mille strade grigie come il fumo,
in un mondo di luci sentirsi nessuno.
Saltare cent’anni in un giorno solo,
dai carri dei campi agli aerei del cielo.
E non capirci niente e aver voglia di tornare da te.
(Luigi Tenco – Ciao amore, ciao)

Vorrei che fosse oggi, in un attimo già domani
Per reiniziare, per stravolgere tutti I miei piani
Perché sarà migliore e io sarò migliore
Come un bel film che lascia tutti senza parole
(Tiziano Ferro – La fine)

Sei felice così
Senza neanche un addio
Senza l’ultimo limone
Carezze, tenerezze
Una sigaretta
Peccato, peccato
Che testa rotta
Quanto tempo bruciato, impiccato
Eppure non mi basta
(Thegiornalisti – Senza)

This is our last goodbye
I hate to feel the love between us die
But it’s over
Just hear this and then I’ll go
You gave me more to live for
More than you’ll ever know
(Jeff Buckley – Last Goodbye)

Adieu adieu adieu adieu
Addio al mondo
Ai ricordi del passato
Ad un sogno mai sognato
Ad un’attimo d’amore
Che mai più ritornerà
(Domenico Modugno – Vecchio frac)

Leggi anche: Frasi sulla musica: 105 citazioni e immagini sulla musica

Immagini di addio

Per concludere, una serie di frasi e immagini di addio. Come status di WhatsApp, storia di Instagram o post di Facebook: condividete un’immagine che vale più di mille parole.
Abbiamo raccolto per voi una carrellata di immagini con frasi di addio per un amore e per l’amicizia, o per la morte di una persona cara.
Ecco le più belle immagini con frasi tristi di addio:

frasi addio amicizia
Ci siamo detti addio.
frasi su addio
La paura dell’abbandono fa fare cose assurde, che per paura di sentirsi dire addio un giorno, lo si pronuncia per primi.
frasi per addio
C’è chi scrive “addio” e poi volta pagina. Io invece scrivo “addio”, ma poi rimango a fissare lo schermo sperando che mi chieda di restare.
addio mamma frasi
Potrai non essere più al mio fianco, ma sarai sempre nel mio cuore. Addio mamma…
frasi addio lavoro
Ma forse è meglio un addio che ti porta via per sempre, piuttosto che un “ciao”
che non porta a niente.
frasi di addio a un amore
La paura dell’abbandono fa fare cose assurde, che per paura di sentirsi dire addio un giorno, lo si pronuncia per primi. (Giulia Carcasi)
frasi d amore d addio
Non ti dimenticare che da qualche parte tra il nostro “ciao” e il nostro “addio” c’è stato tanto amore.
frasi addio amore
Sai cos’ho capito?Che non basta un “addio” per abbandonare una persona. Non basta cancellare le foto, il suo numero, i suoi messaggi per dimenticare quello che avete passato. Che andare avanti fingendo un sorriso non vi farà stare meglio. E che il dolore, la sua assenza, il bisogno di avere l’altra persona con voi, sarà sempre lì. E ritornerà a tormentarvi.
addio amore mio frasi
Amare è così breve, e dimenticare così lungo. (Pablo Neruda)
frasi d amore di addio
E quando riceverai il mio silenzio come risposta, allora lì, sì che per me è finita davvero.
frasi di addio d amore
Sei l’addio che metterò sempre in dubbio.
frasi addio amore brevi
Strano come i momenti più belli e più brutti a volte coincidano: è il paradosso dell’addio.
frasi d addio per lui
Quando una donna è innamorata nessuno può portartela via, solo tu la puoi perdere strada facendo.
frasi d addio d amore
Sembra un miracolo, incontrarsi per poi dirsi addio, per poi buttarsi in un nuovo abbraccio, in un nuovo inizio.
frasi belle di addio
Gli addii non contano. Conta solo quello che c’è stato.
addio nonna frasi
Un nonno ti vede nascere sapendo che forse ti lascerà prima degli altri. Forse è per questo che ti ama più degli altri.
frasi di addio per amici
I veri addii scattano nella mente, sono silenziosi.
Sono i più veri, i più pericolosi.
Sono quelli che tieni per te.
E puoi anche continuare a sentirla una persona.
Non ti avrà più se l’hai salutata dentro. (Massimo Bisotti)
dirsi addio frasi
Alcuni addii non sono per sempre. Non sono la fine. Semplicemente significano: “mi mancherai finché non ci incontreremo di nuovo”.
poesie di addio morte
A volte non si dice addio a una persona, ma a una parte di noi stessi.
frasi addio amici
Anche un addio ha il dovere di spendere una parola.
frasi d addio amore
Strano sapersi perduti tutti i giorni e non dirsi mai addio. (Erri De Luca)
frasi d amore addio
Salutarsi è una pena così dolce che ti direi addio fino a domani. (William Shakespeare)
frasi d addio morte
È il più vuoto e tuttavia il più pieno di tutti i messaggi umani: “Addio”. (Kurt Vonnegut)
addio nonno frasi
E quello che rimane dell’oblio è un ciao dentro un addio.
frasi d addio per lei
Il mio saluto era un arrivederci, il tuo abbraccio era un addio.
frasi d addio per amore
Ci vuole coraggio a lasciar andare qualcuno che vorresti restasse con te.
frasi di addio alla vita
Se l’arte di iniziare è difficile, quella di porre fine lo è ancor di più.
frasi di addio per un amore
Erano capaci di dirsi cose orribili, ma non di dirsi addio.

Leggi anche: Frasi sull’ansia: 135 immagini, pensieri, frasi ironiche, immagini e canzoni per combatterla

Avatar
Martina Antonicelli
Classe 1989, traduttrice e autrice. Le parole sono la mia passione, insieme ai viaggi, alla natura, ai miei gatti e, ovviamente, a mio marito e mia figlia, Lilith. Sono sempre in movimento, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da imparare e di persone da conoscere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.