il razzismo
La vita in Aforismi

Frasi sul razzismo: 134 pensieri, immagini e canzoni contro la discriminazione

Il razzismo è un comportamento non ammesso nella nostra società, ma purtroppo ancora molto diffuso. Nell’articolo seguente vediamo come dire no al razzismo.

Il razzismo

Le nuove generazioni hanno il diritto di essere educate a un pensiero che vada oltre il concetto di razzismo e di odio per le razze. Proprio per tale motivo pensiamo che le frasi contro il razzismo, così come gli aforismi sul razzismo e le immagini riescano a esprimere un concetto molto forte in maniera delicata e a effetto, soprattutto per i più giovani. Vediamo, dunque, insieme tante belle parolefrasi sul razzismo.

Aforismi sul razzismo

Il razzismo fonda la sua idea sul concetto di discriminazione di razze differenti dalla propria. Pertanto, è successo nella storia che persone di razza bianca discriminassero gli individui con la pelle di altri colori. È necessario, oggi più che mai, riuscire a dire no al razzismo. Ecco a voi le frasi sul razzismo più famose e celebri.

Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l’arte di vivere come fratelli.
(Martin Luther King)

La purezza della razza non esiste. L’Europa è un continente di meticci.
(Herbert Fisher)

Cerchiamo di avere un solo scopo, il benessere dell’umanità; e mettiamo da parte ogni egoismo riguardo a lingua, nazionalità o religione.
(Jan Amos Komenský)

Un ragazzo dovrebbe correggere i suoi genitori quando esprimono giudizi razzisti. Non bisogna esitare a intervenire o essere intimiditi perché si tratta di persone grandi.
(Tahar Ben Jelloun)

Abbiate il coraggio di posare la vostra mano nel buio, per portare un’altra mano nella luce.
(Norman B. Rice)

Il pregiudizio razziale troverà sempre un fertile terreno in quella piccola e debole cosa che è il cervello umano.
(James Baldwin)

Il razzismo non è un opinione, ma un crimine; come il furto non è un punto di vista, ma un reato.
(Pino Caruso)

Il razzismo è la più grave minaccia dell’uomo verso l’uomo: il massimo di odio con il minimo di ragione.
(Abraham Joshua Heschel)

Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l’amore, per il cuore umano, è più naturale dell’odio.
(Nelson Mandela)

Non potremo mai capirci, finché siamo perfetti capri espiatori: per il cosmopolita, siamo provinciali; per il provinciale, siamo cosmopoliti; per i comunisti, siamo capitalisti; per i capitalisti, siamo comunisti; per i nazionalisti, siamo internazionalisti; per gli internazionalisti, siamo nazionalisti; per i religiosi siamo eretici; per gli eretici, siamo religiosi.
(Elie Wiesel)

L’acqua del fiume che io tocco chissà dove nel mondo qualcun altro l’ha già toccata. La stella che io vedo chissà dove nel mondo qualcuno la sta guardando. Il vento che io sento chissà dove nel mondo qualcuno lo sentirà. Quante sono le persone a cui sono unito senza saperlo.
(Fabrizio Caramagna)

Le guerre continueranno a esistere finché il colore della pelle sarà più importante di quello degli occhi.
(Bob Marley)

Spesso è più facile indignarsi per un’ingiustizia commessa dall’altra parte del mondo che per un’oppressione e discriminazione a mezzo isolato da casa.
(Carl T. Rowan)

Io ho davanti a me un sogno, che un giorno sulle rosse colline della Georgia i figli di coloro che un tempo furono schiavi e i figli di coloro che un tempo possedettero schiavi, sapranno sedere insieme al tavolo della fratellanza.
(Martin Luther King)

Il razzismo genera razzismo come la putrefazione il verme.
(Robert Sabatier)

Tutti pensano di cambiare gli altri, ma nessuno pensa a cambiare se stesso.
(Leo Nikolaevich Tolstoj)

Il clima è peggiorato. Il razzismo è minimizzato, è tollerato. C’è una rivalutazione di quegli anni. C’è il pericolo di tornare a forme pesanti di discriminazione. All’indifferenza si somma il discorso dell’odio. E questo mi fa paura.
(Liliana Segre)

Per me quello che conta, in una persona, non è che sia ebrea o cattolica, ma che sia degna di rispetto. E sono convinta che non esistano le razze, ma i razzisti.
(Rita Levi-Montalcini)

Il razzismo è una malattia. È un cattivo funzionamento della mente che compromette le relazioni umane, è una malattia psichicamente contagiosa conseguente al fatto che una mente predisposta viene infettata da idee false, patologiche, che producono ostilità verso altri gruppi e verso i loro membri.
(Ashley Montagu)

La prima domanda che il sacerdote levita chiese era: “Se mi fermo ad aiutare quest’uomo, che cosa succederà a me?” Ma… il buon samaritano invertì la domanda: “Se non mi fermo ad aiutare quest’uomo, cosa accadrà a lui?”
(Martin Luther King)

Io appartengo all’unica razza che conosco, quella umana.
(Albert Einstein)

Ho un amico che è xenofobo. Non può sopportare gli stranieri. Detesta a tal punto gli stranieri che quando va nel loro Paese, non può sopportare neanche se stesso.
(Raymond Devos)

In questa generazione ci pentiremo non solo per le parole e le azioni odiose delle persone cattive, ma per lo spaventoso silenzio delle persone buone.
(Martin Luther King)

Il razzismo è un modo di delegare ad altri il disgusto che abbiamo di noi stessi.
(Robert Sabatier)

Mai fidarsi di qualcuno che dice che non guarda il colore. Questo significa che, per lui, tu sei invisibile.
(Nayyirah Waheed)

Ma supponiamo che Dio sia nero. Cosa accadrebbe se un giorno andassimo in paradiso e noi, tutti noi che abbiamo trattato i neri come esseri inferiori, scoprissimo che Lui non è bianco? Allora? Qual è adesso la nostra risposta?
(Robert F. Kennedy)

Io sono del colore di colui che viene perseguitato.
(Alphonse de Lamartine)

Nelle tue vene, nelle mie, non scorre che un solo sangue ed è la medesima vita a renderci vivi tutti! Poiché un’unica madre tutti ci ha generato, dove abbiamo imparato a dividerci così?
(Kabir)

Il fascismo si cura leggendo e il razzismo si cura viaggiando.
(Miguel de Unamuno)

Riconoscere la diversità non è razzismo. È un dovere che abbiamo tutti. Il razzismo però deduce dalla diversità degli altri uomini la diversità dei diritti. Noi invece pensiamo che i diritti siano gli stessi per tutti gli uomini.
(Giuseppe Pontiggia)

Noi tutti dovremmo sapere che è la diversità che rende ricco un arazzo e dovremmo capire che tutti i fili dell’arazzo sono uguali in valore, non importa quale sia il loro colore.
(Maya Angelou)

Siamo in una cornice di civiltà disastrosa. La superficialità porta l’identità a fondarsi sul nemico. Se uno non ha un nemico non riesce a caratterizzare se stesso.
(Vittorino Andreoli)

Meno è intelligente il bianco, più gli sembra che sia stupido il negro.
(André Gide)

Il razzismo è un’assurda invenzione dell’uomo. Che lingua parla il vento? Di che nazionalità è una tempesta? Da quale Paese viene la pioggia? Di che colore è un fulmine?
(Fabrizio Caramagna)

Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso.
(Eleanor Roosevelt)

Il pregiudizio razziale troverà sempre un fertile terreno in quella piccola e debole cosa che è il cervello umano.
(James Baldwin)

Un uomo non può tenere un altro uomo nel fango senza restare nel fango con lui.
(Booker T. Washington)

La prova per sapere se puoi svolgere un mestiere o no, non dovrebbe dipendere dall’organizzazione dei tuoi cromosomi.
(Bella Abzug)

Oggi sappiamo con certezza che la segregazione è morta. L’unica domanda che rimane è quanto costoso sarà il funerale.
(Martin Luther King)

Vivere nel mondo di oggi ed essere contro l’uguaglianza per motivi di razza o colore è come vivere in Alaska ed essere contro la neve.
(William Faulkner)

Il pregiudizio è figlio dell’ignoranza.
(William Hazlit)

Fino a quando la giustizia non sarà cieca al colore, fino a quando l’istruzione non sarà inconsapevole della razza, fino a quando l’opportunità non sarà indifferente al colore della pelle degli uomini, l’emancipazione sarà un proclama, ma non un fatto.
(Lyndon B. Johnson)

Il razzismo è la più grave minaccia dell’uomo verso l’uomo, il massimo di odio con il minimo di ragione.
(Abraham Joshua Heschel)

Il razzismo è una forma di vandalismo che invece di danneggiare le città danneggia le persone di tutte le età!
(Victor Vieira Lopes)

Le lacrime di un uomo rosso, giallo, nero, marrone o bianco sono tutte uguali.
(Martin H. Fischer)

Io non ho pregiudizi razziali e penso di non avere pregiudizi di colore, né pregiudizi di casta, né pregiudizi, credo. Anzi, lo so. Posso sopportare qualsiasi società. Tutto ciò che m’importa sapere di un uomo è che sia un essere umano, ciò è abbastanza per me; non potrebbe essere niente di peggio.
(Mark Twain)

Noi odiamo alcune persone perché non le conosciamo; e non le conosceremo mai perché le odiamo.
(Charles Caleb Colton)

Siamo sempre lo straniero di qualcun altro. Imparare a vivere insieme è lottare contro il razzismo.
(Tahar Ben Jelloun)

Se dovessimo svegliarci una mattina e scoprire che tutti sono della stessa razza, credo e colore, troveremmo qualche altra causa di pregiudizio entro mezzogiorno.
(George David Aiken)

Mi rifiuto di accettare l’idea che l’umanità sia incatenata con nodi tragicamente indissolubili alla notte senza stelle del razzismo e della guerra al punto che l’alba luminosa della pace e della fratellanza non possa mai diventare realtà. Credo che la verità disarmata e l’amore incondizionato avranno l’ultima parola.
(Martin Luther King)

Spesso è più facile indignarsi per una ingiustizia commessa dall’altra parte del mondo che per una oppressione e discriminazione a mezzo isolato da casa.
(C.T.Rowan)

Io ho una grande paura nel mio cuore, che un giorno quando loro (i bianchi del Sud Africa) si saranno convertiti all’amore, possano trovare noi (i neri) convertiti all’odio.
(A.Paton)

A molti, individui o popoli, può accadere di ritenere, più o meno consapevolmente, che «ogni straniero è nemico». Per lo più questa convinzione giace in fondo agli animi come una infezione latente; si manifesta solo in atti saltuari e incordinati, e non sta all’origine di un sistema di pensiero. Ma quando questo avviene, quando il dogma inespresso diventa premessa maggiore di un sillogismo, allora, al termine della catena, sta il Lager.
(P.Levi)

Preferirei essere negro piuttosto che gay. Perché se sei negro non lo devi dire a tua madre.
(C.Pierce)

Nei loro comportamenti con le creature viventi tutti gli uomini dimostrano di esserenazisti. La presuntuosità con la quale l’uomo fa con le altre specie quel che gli piace è una semplificazione delle teorie razziste più estremistiche, il principio secondo il quale la forza è diritto.
(I.Singer)

A volte sento come se il rap fosse quasi la chiave per fermare il razzismo.
(Eminem)

Trovare una persona piacevole perché è nera è insultante tanto quanto trovarla sgradevole perché non è bianca.
(E.E.Cummings)

Cerchiamo di avere un solo scopo, il benessere dell’umanità; e mettiamo da parte ogni egoismo riguardo a lingua, nazionalità o religione.
(J.A.Komensky)

Si parla di razzismo perché c’è molta non conoscenza dell’altro, bisogna abbattere i muri o aumentano le differenze. L’immigrazione è una ricchezza.
(Cecile Kyenge)

Razzismo: rifiutarsi di giocare alle parole crociate perché hanno troppe caselle nere.
(Mirco Stefanon)

La pelle non conta, siamo tutti uguali.
(S.Guttemberg)

Il razzismo disonora la razza umana.
(P.Caruso)

Ognuno è ebreo di qualcuno… oggi i palestinesi sono gli ebrei di Israele.

(P.Levi)

Amore: il più potente antidoto contro l’odio e il rifiuto dell’altro. Ciononostante, purtroppo, si è dimostrato quasi sempre inefficace nel caso di pazienti cronici affetti da omofobia, razzismo, sessismo e altre malattie del genere.
(Malfatti)

Dicono ai bambini che Gesù era bianco, così come gli apostoli e gli angeli. Il posto in cui vive il presidente si chiama Casa Bianca. Perfino Tarzan è bianco. Ma come? Bianco uno nato e cresciuto nella giungla?
(M.Ali)

Ci sono state occasioni nelle quali l’aggressione fisica non è stata così grave quanto l’oppressione psicologica sofferta dalla popolazione nera durante l’apartheid. È una tortura psicologica impossibile da descrivere a parole.
(N.Mandela)

La cura migliore per il razzismo è trovarti di fronte a qualcuno che ti spara addosso. Non importa il colore della pelle di chi viene a salvare la tua… bianco o nero, sei disposto ad abbracciarlo.
(W.Smith)

L’omofobia è una forma di apartheid. Com’è possibile lottare contro il razzismo e non contro l’omofobia?
(D.Tutu)

La degradazione della razza e del sangue è il peccato mortale di questo mondo e la fine dell’umanità che vi si abbandoni.
(A.Hitler)

Parlare di fair play, di rispetto per l’avversario e di cartellino rosso al razzismo, non devono essere parole, devono essere fatti.
(Mourinho)

aforismi razzismo

Leggi anche: Frasi sulla pace: 211 tra immagini, aforismi e messaggi di pace

Frasi contro il razzismo

Ogni anno, il 21 marzo non è solo l’inizio della primavera, ma anche la giornata internazionale contro la discriminazione razziale. Le frasi contro il razzismo insegnano che alla base di questo fenomeno sociale sono posti gli stereotipi e l’odio nei confronti di altri essere umani. Le frasi più emozionanti contro il razzismo, da condividere.

Hai imparato a non giudicare un libro dalla sua copertina allora non farlo con le persone.

Il razzismo è l’espressione più evidente delle paure degli uomini.

È arrivato il tempo di accettare questo mondo pieno di colori.

La lavanderia a gettoni è l’unico posto dove gli indumenti vanno divisi in base al colore.

Ci incontreremo con un libro in mano, lasciando il posto in autobus a una donna di colore incinta, sorridendo a un bimbo con gli occhi a mandorla, rispondendo alle vane parole di odio e razzismo. Ci riconosceremo per il desiderio di un mondo migliore.

La superiorità razziale è una semplice proiezione dell’immaginazione.

Il mondo è sbagliato perché è idea diffusa che alcune razze e alcune vite contino di meno delle altre.

Il razzismo è il posto in cui si riuniscono tutti gli stupidi.

Io sono nero, bianco, asiatico e amato da tutti. Chi sono? Un panda. Come amate me, amatevi l’un l’altro.

Se chiudi con il razzismo ti si apre un mondo.
(Slogan dell’Unicef)

frasi contro il razzismo

Leggi anche: Saper pazientare: 100 frasi, aforismi, proverbi e immagini sulla pazienza

Poesie sul razzismo

Sicuramente, un modo per insegnare a adulti e bambini l’amore e il rispetto per qualsiasi genere umano, è utilizzare le poesie sul razzismo. Questi versi poetici racchiudono pensieri importanti su questo tema delicato che in varie parti del mondo sta diventando un serio problema. Scegliete la poesia sul razzismo più bella e leggetela insieme ai vostri ragazzi.

Pelle Bianca come la cera
Pelle Nera come la sera
Pelle Arancione come il sole
Pelle Gialla come il limone
tanti colori come i fiori.
Di nessuno puoi farne a meno
per disegnare l’arcobaleno.
Chi un sol colore amerà
un cuore grigio sempre avrà.
(Gianni Rodari)

Il tuo Dio è ebreo
e la tua democrazia è greca.
La tua scrittura è latina
e i tuoi numeri sono arabi.
La tua auto è giapponese
e il tuo caffè è brasiliano.
Il tuo orologio è svizzero
e il tuo walkman è coreano.
La tua pizza è italiana
e la tua camicia hawaiana.
Le tue vacanze sono indiane,
marocchine o americane.
Cittadino del mondo,
non rimproverare il prossimo
di essere straniero.
(Anonimo)

Quando nasci sei rosso
io invece sono nero
quando ti ammali sei giallo
io invece sono nero
quando provi rabbia sei verde
io invece sono nero
quando muori sei bianco
io invece sono nero
Hai capito perché chiamarmi uomo di colore è sbagliato?
(Anonimo)

Anch’io canto l’America.
Io sono il fratello più scuro.
Mi mandano a mangiare in cucina
Quando vengono ospiti,
ma io rido
e mangio bene
e divento forte.
Domani,
siederò a tavola
quando vengono gli ospiti.
Allora
Nessuno oserà
Dire di me
E poi,
vedranno come sono bello
e si vergogneranno:
anch’io sono l’America.
(Langston Huges)

Era uno di quelli, e sono tanti,
li conosciamo di faccia e di persona,
che partono con il destino d’emigrante
in cerca di pane e di fortuna;
c’è chi li chiama zingari e chi li chiama
genti del Sud parenti della fame.
Era uno di quelli del lavoro
che aveva mani ricche e braccia sane;
una covata in una casa senza becchime
senza molliche e senza croste di pane;
e la chioccia accucciata con il gozzo
gonfia di pianto nella strozza.
Era siciliano e carne nostra
Nunzio Lìcari di Catenanova;
da bambino succhiava colostro
nel guscio della madre, come uova;
da grande ebbe spine ed ebbe chiodi
vento e tempesta e mai un’alba nuova.
Dalla Germania, avvilito per la pena,
scriveva lettere d’amore e di fuoco:
“Se mangio o bevo inghiotto veleno,
siamo divisi ma il mio cuore è con voi.
Qui sono un estraneo, carne senza prezzo,
succhiano sangue e mi danno disprezzo”.
C’è chi ritorna, c’è chi non ritorna
e lascia l’ossa dentro la miniera;
c’è chi chiude gli occhi e chiude i suoi giorni
senza i figli e senza moglie vicino;
e c’è chi resta lì morto ammazzato
da una mano straniera sopra il selciato.
(Ignazio Buttitta)

Prima vennero a prendere gli zingari e fui contento perché rubavano
Poi vennero a prendere gli ebrei e tacqui perché mi erano antipatici
Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché erano fastidiosi
Poi vennero a prendere i comunisti e io non parlai perché non ero comunista
Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare.
(Martin Niemoller)

Vorrei vedere un mondo pieno di colori
Vorrei vedere un mondo senza più dolori
Vorrei vedere questi colori in un unico arcobaleno
Vorrei vedere questo mondo più sereno
Non importa che tu sia Bianco, Giallo, Rosso, Nero
Siamo tutti uguali, tutti con un unico pensiero
Che non esiste la diversità
Perché siamo tutti fratelli: questa è la verità
Combattiamo insieme contro il razzismo
Facciamogli capire è terrorismo,
Nessuno deve essere calpestato
Nè per la sua religione, nè per il suo stato
Lassù qualcuno ci ha insegnato
Che l’amore va donato
Il mondo sarà più bello se ognuno di noi
Prenderà in mano qualcuno diverso da noi
Diverso per razza, religione o sesso
Ma chi se ne importa, tanto è lo stesso
Proviamo comunque gli stessi sentimenti
Gioia, tristezza, amori e tormenti
E allora vi dico con il cuore in mano
Se la pensate così andrete lontano
La vita è bella e piena d’amore
Se ad ognuno di loro donate il vostro cuore.
(Anonimo)

Noi siamo Sardi,
Noi siamo spagnoli, africani, fenici, cartaginesi,
romani, arabi, pisani, bizantini, piemontesi.
Siamo le ginestre d’oro giallo che spiovono
sui sentieri rocciosi come grandi lampade accese.
Siamo la solitudine selvaggia, il silenzio immenso e profondo,
lo splendore del cielo, il bianco fiore del cisto.
Siamo il regno ininterrotto del lentisco,
delle onde che ruscellano i graniti antichi,
della rosa canina,
del vento, dell’immensità del mare.
Siamo una terra antica di lunghi silenzi,
di orizzonti ampi e puri, di piante fosche,
di montagne bruciate dal sole e dalla vendetta.
Noi siamo sardi.
(Grazia Deledda)

Due occhi due mani una bocca per ridere
Nel petto un gran cuore che i sogni fa vivere
Problemi progetti speranze ideali
Sembriamo diversi ma siam tutti uguali
Non c’è differenza e sai che ti dico?
Ti guardo negli occhi e ti sento già amico!
Abbiam tutti voglia di amore e di pace
Non dare mai retta a chi questo non piace
Ricordagli invece che forse è un po’ dura
Ammettere che chi non conosce gli fa un po’ paura!
Io voglio conoscerti anche perché
Da te io imparo e tu impari da me
Soltanto chi pensa così va lontano
Vieni fratello: stringiamoci la mano!
(Matteo Feccanti)

Divisione in gruppi – dice la prof.
Bella esperienza comunitaria!
Ci si sceglie per le uguaglianze.
E io che sono straniera
in quale gruppo mi troverò?
Rimango smarrita, immobile, sola,
come un’isola nell’Oceano
Vorrei sentire onde di carezze
sussurri di foglie danzanti
per non ascoltare il cuore
che soffre.
(Ann Seanelle Badillo)

Siamo onde dello stesso mare,
foglie dello stesso albero,
fiori dello stesso giardino.
(Lucio Anneo Seneca)

Sopra il banco di Mohamed
C’è una penna rossa e blu
E su quello della Farah
Il suo astuccio di Minou.
Daisy arriva un po’ in ritardo
Ma Sadew ancor di più
E Rasmika corre in tondo
E felice va su e giù
La merenda di Yasin
L’ha mangiata Marilù
Questi sono i miei compagni
E il razzismo non c’è più!
(Luca Spallino)

Filastrocca contro il razzismo
è di ogni regime o del fanatismo
opprimere l’altro e fare del male
perché per paura e per odio si cerca
un nemico come un rivale.
Ricorda che l’umanità è una sola
e solo il bene
ama comprende e consola.
(Dale Zaccaria)

Spiegatemi voi dunque,‎
in prosa od in versetti,‎
perché il cielo è uno solo
e la terra è tutta a pezzetti.‎
(Gianni Rodari)

poesie sul razzismo
Leggi anche: Frasi sulla bellezza: 280 aforismi, immagini, poesie e canzoni per celebrarla

Il razzismo spiegato a mia figlia, frasi

Il razzismo spiegato a mia figlia è un celebre libro di Tahar Ben Jelloun pubblicato per la prima volta nel 1998, diventato best seller. Leggendolo, emergono frasi belle sul razzismo così come temi di rispetto, uguaglianza, solidarietà, amore e fratellanza. Qui di seguito sono riportate alcune delle frasi sorprendenti del razzismo tratte dal romanzo di Jelloun.

Dimmi, babbo, cos’è il razzismo? È un comportamento piuttosto diffuso, comune a tutte le società tanto da diventare, ahimè, banale. Esso consiste nel manifestare diffidenza e poi disprezzo per le persone che hanno caratteristiche fisiche e culturali diverse dalle nostre.

Il razzista è qualcuno che soffre di un complesso di inferiorità o di superiorità. Il risultato è lo stesso, perché il suo comportamento, in un caso o nell’altro, sarà di disprezzo. E dal disprezzo la collera.

Dici che le religioni sono razziste! No, non sono le religioni che sono razziste, ma è l’uso che ne fanno gli uomini, talvolta, che viene nutrito di razzismo.

Si è sempre stranieri per qualcuno, così si è sempre percepiti come qualcuno di estraneo da chi non è della nostra cultura.

Sappi infine che ogni faccia è un miracolo. È unica. Non potrai mai trovare due facce assolutamente identiche. Non hanno importanza bellezza e bruttezza: sono cose relative. Ogni faccia è simbolo della vita e ogni vita merita rispetto.

Il razzista è più portato a diffidare di un operaio africano che di un miliardario americano. Meglio ancora, se un emiro del Golfo viene a passare le sue vacanze in Costa Azzurra è accolto a braccia aperte, perché non è l’arabo che si riceve, ma il ricco che è venuto a spendere soldi.

Non si nasce razzista, si diventa. C’è una buona e una cattiva educazione. Tutto dipende da chi educa, sia nella scuola come a casa.

Sai, quando dico che ha paura, non bisogna credere che tremi: al contrario, la paura provoca la sua aggressività. Si sente minacciato e attacca. Il razzista è aggressivo.

Si utilizza il razzismo o la religione per spingere le persone all’odio, a detestarsi anche quando non si conoscono nemmeno. Si alimenta la paura dello straniero, la paura che si voglia prendere la mia casa, il mio lavoro, la mia donna. È l’ignoranza ad alimentare la paura.

Si dirà che i negri son robusti ma pigri e poco puliti; che i cinesi sono piccoli egoisti e crudeli; che gli arabi sono astuti aggressivi e traditori; si affibbieranno agli ebrei i peggiori difetti fisici e morali per giustificarne le persecuzioni. Gli esempi abbondano. Bisogna far sparire dal tuo vocabolario tutte le frasi del genere “testa di turco” “faticare come un negro” ecc. Sono sciocchezze che bisogna combattere.

Integrare è una dinamica che si realizza in due: colui che riceve prepara il terreno allo straniero perché sposi i suoi valori, rispetti le sue leggi e goda dei suoi stessi diritti; significa annullare le differenze senza rifiutarle, dare a esse un posto che non disturbi la dinamica di questo particolare matrimonio. Integrare significa riconoscere l’altro per quello che è, nella sua diversità, riconoscergli il diritto di parlare la sua lingua, di seguire le tradizioni dei suoi antenati partecipando alla vita della comunità sul piano professionale, culturale, educativo e anche politico. L’integrazione non è un’assimilazione: assimilare significa uccidere nell’altro tutto ciò che lo differenzia da me. Significa rifiutare l’uguaglianza e di conseguenza privilegiare il meccanismo della paura piuttosto che quello dell’accettazione e della riconoscenza. Nell'”assimilare” si schiaccia qualcosa; nell'”integrare” si aprono porte, si accoglie, si crea una dialettica sulla cultura.

Il rispetto è essenziale. D’altra parte la gente non pretende l’amore, ma di essere rispettata nella sua dignità umana. Rispettare vuol dire avere riguardo sapere ascoltare. Lo straniero non reclama amore e amicizia, ma rispetto. L’amore e l’amicizia possono venire dopo, quando ci si conosce meglio e ci si apprezza. Ma in partenza non bisogna avere alcun giudizio preconcetto.

La lotta contro il razzismo comincia con un lavoro sul linguaggio.

Il razzismo figlia mia, s’incolla alla pelle dell’uomo ovunque l’uomo si trovi. Anche su un isola deserta l’uomo troverà chi odiare, chi disprezzare. chi umiliare. Odiare per esistere, per sentirsi vivo. Potrebbe amare, ma l’amore non è cosa agevole.

Generalmente lo straniero che sbarca senza avvisare è privo di tutto: di denaro, di lavoro, di documenti, di alloggio, di assicurazione ecc. Si identifica con la minaccia o, più precisamente, noi lo identifichiamo con la minaccia. Diventa minaccioso anche se ha le mani vuote, il cuore aperto, il corpo disponibile al lavoro. No, questo straniero non è al suo posto. Deve tornare a casa sua. Deve tornare dove sopravviveva a stento. Qui, non c’è posto per lui. Come dirglielo? Non con le parole, ma con l’aggressività, con leggi affidate alla polizia di frontiera, con le prerogative date alle forze dell’ordine, che hanno come motto: “Niente stranieri da noi; fate in modo che non mettano piede sul suolo del nostro paese”. Certi agenti delle forze dell’ordine prendono talmente sul serio il loro lavoro che manifestano perfino un eccesso di zelo, per esempio quando non rispondono alle chiamate in soccorso di persone che stanno annegando e intervengono solo un’ora dopo, quando cioè sono sicuri che i clandestini abbiano cambiato condizione, sono ormai solo dei cadaveri che si possono rispedire verso altri cimiteri.

[I razzisti] sanno soltanto ridere in modo cattivo degli altri, mettendone in evidenza i difetti, come se loro stessi non ne avessero.

In generale i meticci sono belli. È la mescolanza che genera la bellezza. Ed è anche un modo efficace per dare scacco al razzismo.

L’odio è talmente più facile da affermare che l’amore. È più facile diffidare, è più facile non amare piuttosto che amare qualcuno che non si conosce.

Ecco cosa dice il razzista: “poco mi importa di conoscere i pregi e i difetti di una persona. Mi basta sapere che fa parte di una determinata comunità per rifiutarla”.

Rispettare vuol dire avere riguardo e considerazione. Vuol dire saper ascoltare.

L’uomo si comporta spesso come un animale. Un gatto comincia con la demarcazione del suo territorio. Se un altro gatto o un altro animale tenta di portargli via il suo cibo, o di infastidire i suoi piccoli, il gatto che si sente a casa sua si difende e protegge i suoi con tutte le unghie. L’uomo fa lo stesso. Gli piace avere la sua casa, la sua terra, i suoi beni e si batte per conservarli. E questo è normale. Il razzista invece pensa sempre che lo straniero, chiunque sia, gli vuole portare via le sue cose. Allora ne diffida, senza riflettere, quasi per istinto. L’animale lotta solo se attaccato. Talvolta invece l’uomo aggredisce lo straniero anche quando questi non ha affatto l’intenzione di portargli via qualcosa.

Quando mia figlia aveva quattro anni, durante una passeggiata nella nostra cittadina dove, all’epoca, non incontravamo quasi mai persone di ascendenza africana, abbiamo visto venire verso di noi un bell’uomo, di statura molto alta, dai lineamenti africani, con la pelle quasi color dell’ebano. Dopo esserci incrociati e quando si è trovato qualche passo dietro a noi, mia figlia mi ha chiesto se pensavo che fosse un olandese. Ero sorpresa dalla domanda: non avevo visto che lineamenti africani e una pelle di colore molto scuro. “Perché pensi che sia olandese?” le chiesi. “Be’,” mi dice, “Perché porta gli zoccoli”. Mi volto indietro e, in effetti, il giovanotto portava gli zoccoli. La cosa mi ha riscaldato il cuore.

Gli immigrati sono incorreggibili. Fanno troppi figli. Se almeno questi figli fossero come gli altri: Bianchi, tranquilli, in grado di parlare perfettamente l’italiano o lo spagnolo. Ah, se potessero essere muti e magari anche un po’ sordi, o anche invisibili! Di fatto, la cosa migliore sarebbe che fossero trasparenti, vale a dire: inesistenti.
Perché gli immigrati si sposano e fanno l’amore? Bisognerebbe chiederglielo quando arrivano in Europa. E perché le loro donne non usano contraccettivi? Prima, ai tempi felici in cui l’immigrazione era nascosta, lontana dai centri delle città, quando solo gli uomini celibi venivano a lavorare in Europa, era l’ideale. Gli immigrati si facevano piccoli piccoli e così modesti, che finivano per scusarsi di esistere e diventavano invisibili. Quelli che andavano in città, camminavano in punta di piedi, rasentavano i muri, non facevano rumore e poi, venuta la sera, si ritiravano nelle loro città di transito che gli servivano da dormitorio.

il razzismo spiegato a mia figlia
Leggi anche: 135 Frasi sui libri, famose, d’amore e con immagini

Immagini contro il razzismo

Le frasi sul razzismo contengono parole importanti, ma anche attraverso le immagini si può parlare di questa tematica. Infatti, per dire no a questo fenomeno servono foto sul razzismo che insegnano quanto questo porti odio, solitudine, tristezza, paura ed emozioni negative. Una bellissima collezione di immagini contro il razzismo con frasi corte, ma significative.

immagini sul razzismo
We are all one (Siamo tutti uno solo)
immagini contro il razzismo
African (Africano) European (Europeo) Asian (Asiatico) Racist (razzista).
frasi sul razzismo
L’unica razza che conosco è quella umana.
frasi contro il razzismo
Peace (pace), love (amore), no violence (no alla violenza), no homophobia (no all’omofobia), no sexism (no al sessismo), no racism (no al razzismo).
frasi belle razzismo
L’idea che alcune vite contino di meno è la base di tutto ciò che di sbagliato c’è nel mondo.
razzismo frasi
Gran brutta malattia il razzismo, più che altro strana: colpisce i bianchi, ma fa fuori i neri. (A.Einstein)
poesie contro il razzismo
Il razzismo è una goccia d’inchiostro che cade sulla carta e si allarga a vista d’occhio… R.T.
no razzismo frasi
No racism (no al razzismo).
no al razzismo
Destroy racism be like a panda: he’s black, he’s white, he’s asian and he’s chubby. (Distruggi il razzismo, sii come il panda: è nero, è bianco, è asiatico ed è amato da tutti.)

immagini razzismo

aforismi sul razzismo
La prova per sapere se puoi svolgere un mestiere o no, non dovrebbe dipendere dall’organizzazione dei tuoi cromosomi. (Bella Abzug)
citazioni contro il razzismo
Il razzismo è l’espressione più evidente delle paure degli uomini.
film sul razzismo
Le lacrime di un uomo rosso, giallo, nero, marrone o bianco sono tutte uguali. (Martin H. Fischer)
foto sul razzismo
Il pregiudizio è figlio dell’ignoranza. (William Hazlit)
frasi ad effetto razzismo
È arrivato il tempo di accettare questo mondo pieno di colori.
frasi contro il razzismo
Se chiudi con il razzismo, ti si apre un mondo. (Slogan dell’Unicef)
frasi sul razzismo
Le guerre continueranno a esistere se il colore della pelle è più importante di quello degli occhi. (Bob Marley)
il razzismo
Spiegatemi voi dunque,‎ in prosa o in versetti,‎ perché il cielo è uno solo e la terra è tutta a pezzetti.‎ (Gianni Rodari)
immagini sul razzismo
La lavanderia a gettoni è l’unico posto dove gli indumenti vanno divisi in base al colore.
no al razzismo
Nelle tue vene, nelle mie, non scorre che un solo sangue ed è la medesima vita a renderci vivi tutti! Poiché un’unica madre tutti ci ha generato, dove abbiamo imparato a dividerci così? (Kabir)
poesie sul razzismo
Siamo onde dello stesso mare, foglie dello stesso albero, fiori dello stesso giardino. (Lucio Anneo Seneca)
razzismo aforismi
Mi rifiuto di accettare l’idea che l’umanità sia incatenata con nodi tragicamente indissolubili alla notte senza stelle del razzismo e della guerra al punto che l’alba luminosa della pace e della fratellanza non possa mai diventare realtà.Credo che la verità disarmata e l’amore incondizionato avranno l’ultima parola. (Martin Luther King)
razzismo frasi
Il razzismo non è un opinione, ma un crimine; come il furto non è un punto di vista, ma un reato. (Pino Caruso)
razzismo immagini
Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l’arte di vivere come fratelli. (Martin Luther King)
frasi bellissime razzismo
Abbiate il coraggio di posare la vostra mano nel buio, per portare un’altra mano nella luce. (Norman B.Rice)

Leggi anche: Frasi e immagini sulla verità: 160 citazioni, foto e video

Canzoni contro il razzismo

Infine, ecco la top 10 di canzoni contro il razzismo, utilissime da diffondere e ascoltare in famiglia. Il sogno di molti è quello di diffondere una cultura basata sull’amore, sulla fratellanza e sull’aiuto reciproco. Insieme tutti possiamo combattere il razzismo.

Parla di equità, ce ne fosse la metà
Saremo già da un pezzo in fuga in mare aperto e
Parla di onestà, ce ne fosse la metà
Sareste già da un pezzo, prossimi all’arresto
Chi dice io non sono un razzista ma
È un razzista ma non lo sa.
(Willie Peyoye- Io non sono razzista ma)

Io non sono nero
Io non sono bianco
Io non sono attivo
Io non sono stanco
Io non provengo da nazione alcuna
Io, sì, io vengo dalla luna
(Caparezza- Io vengo dalla luna)

Io mi sento fortunato
Alla fine del giorno
Quando sono fortunato
È la fine del mondo
Io sono un pazzo che legge, un pazzo fuorilegge
Fuori dal gregge, che scrive “scemo chi legge”
Oh eh oh, quando il dovere mi chiama
Oh eh oh, rispondo e dico “son qua”
Oh eh oh, mi dici “ascolta tua mamma”
Oh eh oh, un, dos, tres sono già là
(Ghali- Cara Italia)

Blackbird singing in the dead of night
Take these broken wings and learn to fly
All your life
You were only waiting for this moment to arise
Blackbird singing in the dead of night
Take these sunken eyes and learn to see
All your life
You were only waiting for this moment to be free
Blackbird fly, blackbird fly
Into the light of a dark black night
(Merlo che canti nel cuore della notte
Prendi queste ali spezzate e impara a volare
Per tutta la vita
Aspettavi solo questo momento per spiccare il volo
Merlo che canti nel cuore della notte
Prendi questi occhi incavati e impara a vedere
Per tutta la vita
Aspettavi solo questo momento per essere libero
Vola merlo, vola merlo,
Nella luce della buia notte nera)
(Beatles -Blackbird)

Pistol shots ring out in the barroom night
Enter Patty Valentine from the upper hall
She sees the bartender in a pool of blood
Cries out, “My God, they killed them all!”
Here comes the story of the Hurricane
The man the authorities came to blame
For somethin’ that he never done
Put in a prison cell, but one time he could-a been
The champion of the world
(Colpi di pistola risuonano nel bar notturno,
Entra Patty Valentine dal ballatoio superiore
Vede il barista in una pozza di sangue,
Grida: “Mio Dio, li hanno uccisi tutti!”
Qui inizia la storia di Uragano
L’uomo che le autorità hanno accusato
Per qualcosa che lui non ha mai fatto
L’hanno messo in prigione, ma un tempo lui avrebbe potuto essere
Il campione del mondo.)
(Bob Dylan- Hurricane)

People killin’ people dyin’
Children hurtin’, I hear them cryin’
Can you practice what you preachin’?
Would you turn the other cheek again?
Mama, mama, mama, tell us what the hell is goin’ on
Can’t we all just get along?
Father, father, father help us
Send some guidance from above
‘Cause people got me, got me
Questioning
Where’s the love?
(La gente uccide, la gente muore
I bambini soffrono e li senti piangere
puoi mettere in pratica quello che predichi
e porgeresti l’altra guancia
Padre, padre, padre, aiutaci
Mandaci una guida dall’alto
Questa gente mi fa chiedere
Dov’è l’amore?)
(Black Eyed Peas- Where is the love)

O scriverò nel vento
Col Rosa del tramonto
Di questa mia città
Che voglio bene al mondo
E a tutto il mondo il vento
So che lo porterà
Lo soffierà sul mare
Per farlo navigare
Fin dove arriverà
Lo leggera la gente
Di un altro continente
E mi risponderà
Saremo tutti amici
Saremo mille voci
Un coro che cantando cancellerà
Le lingue, le distanze
Non conterenna niente
E questo mondo, che mondo sarà!
(Zecchino d’Oro-Lo scriverò nel vento)

Il mondo che vorrei
Avrebbe mille cuori
Per battere di più
Avrebbe mille amori
Il mondo che vorrei
Avrebbe mille mani
E mille braccia per i bimbi del domani
Che coi loro occhi chiedono di più
Salvali anche tu.
(Laura Pausini- Il mondo che vorrei)

Imagine there’s no countries
It isn’t hard to do
Nothing to kill or die for
And no religion too
Imagine all the people living life in peace, you
Immaginate che non ci siano patrie
Non è difficile farlo
Nulla per cui uccidere o morire
Ed anche alcuna religione
Immaginate tutta la gente
Che vive la vita in pace
(John Lennon-Imagine)

But, if you’re thinkin’ about my baby
It don’t matter if you’re black or white
They print my message in the Saturday Sun
I had to tell them I ain’t second to none
And I told about equality and it’s true
Either you’re wrong or you’re right.
Ma se stai pensando
alla mia ragazza
non importa se sei
nero o bianco
Stampano il mio messaggio
nel “Sun” di sabato
Ho dovuto dirgli
non sono secondo a nessuno
E gli ho raccontato dell’uguaglianza
Ed è vero,
o hai torto
o hai ragione.
(Michael Jackson-Black or White)

There comes a time
When we heed a certain call
When the world must come together as one
There are people dying
Oh, and it’s time to lend a hand to life
The greatest gift of all
We can’t go on
Pretending day-by-day
That someone, somewhere soon make a change
We’re all a part of God’s great big family
And the truth, you know, love is all we need
We are the world
We are the children
We are the ones who make a brighter day, so let’s start giving
There’s a choice we’re making
We’re saving our own lives
It’s true we’ll make a better day, just you and me.
Arriva un momento in cui
abbiamo bisogno di una certa chiamata
quando il mondo deve tornare unito
c’è gente che muore
ed è tempo di aiutare la vita,
il più grande regalo del mondo
non possiamo andare avanti
fingendo di giorno in giorno
che qualcuno, in qualche modo
presto cambi le cose
tutti noi siamo parte
della grande famiglia di Dio
e la verità, lo sai, è che
l’amore e tutto quello di cui abbiamo bisogno
noi siamo il mondo,
noi siamo i bambini
noi siamo quelli che un giorno
renderanno il giorno più luminoso
quindi cominciamo a donare
è una scelta che stiamo facendo,
stiamo salvando le nostre stesse vite
è vero, costruiremo giorni migliori,
semplicemente io e te.
(USA for Africa- We are the world)

I was born by the river in a little tent
Oh and just like the river I’ve been running ev’r since
It’s been a long time, a long time coming
But I know a change gonna come, oh yes it will
It’s been too hard living, but I’m afraid to die
‘Cause I don’t know what’s up there, beyond the sky
It’s been a long, a long time coming
But I know a change gonna come, oh yes it will.
Sono nato nei pressi del fiume
In una piccola tenda
E proprio come il fiume
Da allora sto correndo
È passato tanto di quel tempo
Ma so che un cambiamento sta arrivando
Oh sì è così
La vita è stata durissima
Ma ho paura di morire
Non so che cosa c’è lassù oltre il cielo
È passato tanto di quel tempo
Ma so che un cambiamento sta arrivando
Oh sì sarà così
Poi vado da mio fratello
E gli dico: “fratello, aiutami, ti prego”
Ma lui finisce soltanto per mettermi
Ancor più in ginocchio
Ci sono state delle volte in cui ho pensato
Che non sarei durato per molto
Ma ora penso di poter resistere
È passato tanto di quel tempo
Ma so che un cambiamento sta arrivando
Oh sì sarà così.
(Sam Cook-A change is gonna come)

Lo sai che siamo uguali
Messi in fila, dai profili e dai frontali
Due occhi pugnali
Due mani segnali
Due labbra regali (per chi?)
Lo sai che siamo vicini?
Abbracciarsi, che si perdono i confini
Due occhi pugnali
Due braccia due ali
Due labbra regali (per chi?)
(Pacifico-Lo sai che siamo tutti uguali)

E c’è un silenzio tutto intorno
Che mi mette paura
S’è fatta notte, ho freddo
E in cielo non c’è neanche la luna
Gente grida, chiede aiuto
Ma nessuno risponde
Mi guardo intorno e neanche a dirlo
Vedo sempre e solo onde
Dopo onde e ancora onde
Allora onde evitare di addormentarmi come gli altri
Ed esser buttato in mare
Mi unisco al coro della barca
E inizio a piangere e gridare
Non ho forza, chiudo gli occhi
E non so neanche nuotare
Stiamo tutti bene, stiamo tutti bene.
(Mirkoeilcane-Stiamo tutti bene)

Leggi anche: 150 frasi sull’estate, canzoni, immagini e video

Avatar
Giulia Vigna
Educatrice professionale, lavoro quotidianamente con bambini e ragazzi. Peer supporter in allattamento, sostengo le mamme e organizzo incontri formativi. Da anni scrivo articoli che riguardano la sfera dell'essere donna, mamma e genitore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.