frasi immagini carnevale
Auguri

Frasi di Carnevale: 161 pensieri, aforismi, immagini e video da condividere in occasione di questa festa

Ecco frasi, aforismi, filastrocche e immagini sul Carnevale per augurare una buona festa a tutti durante il periodo più pazzo dell’anno.

Frasi per Carnevale, la festa più pazza dell’anno

La festa di Carnevale è molto gradita sia agli adulti che ai bambini. Quest’ultimi godono a pieno della magia dei coriandoli e delle stelle filanti, travestendosi da ciò che desiderano. Per tale ragione vi proponiamo un gran numero di frasi di Carnevale da condividere in questo periodo fatto di colori e scherzi divertenti. Dunque vediamo pensieri, citazioni, aforismi, frasi divertenti, filastrocche, immagini e video.

Frasi sul Carnevale da condividere

Iniziamo con una serie di citazioni e frasi su Carnevale che riguardano, oltre alla festa in sé, anche il suo spirito. Ci sono molte frasi sul Carnevale e le maschere che si indossano non solo in questo periodo, come metafora del fatto che spesso gli uomini fingono di essere ciò che in realtà non sono. Dunque, oltre che a Carnevale, le frasi celebri in questione possono essere utilizzate anche nel resto dell’anno. Ecco quindi moltissime frasi belle sul Carnevale da condividere con chi volete.

Oggi è scirocco giallo di coriandoli,
già verzica la scorza, in capriole
vanno nubi arlecchine.
(Maria Luisa Spaziani)

Ogni persona merita di tornare bambino una volta all’anno
e volare tra coriandoli di cielo
e manciate di sogni,
a inseguire un cielo mai visto.
(Fabrizio Caramagna)

Il Carnevale, in opposizione alla festa ufficiale, era il trionfo di una sorta di liberazione temporanea della verità dominante e dal regime esistente, l’abolizione provvisoria di tutti i rapporti gerarchici, dei privilegi, delle regole e dei tabù. Era l’autentica festa del tempo, del divenire, degli avvicendamenti e del rinnovamento. Si opponeva ad ogni perpetuazione, ad ogni carattere definitivo e ad ogni fine.
(Michael Bachtin)

Di tutti i posti dove il Carnevale
ai tempi andati era più scatenato
per danze balli canti e serenate
e mimi maschere misteri e cose
più lunghe di quanto possa narrare
Venezia aveva il primato assoluto
perla del mare al colmo della gloria
nei giorni in cui inizia la mia storia.
(Lord Byron)

Che altro è la vita se non una specie di commedia nella quale gli attori che si travestono con vari costumi e maschere entrano in scena e recitano la loro parte finché il regista li fa scendere dal palcoscenico.
(Erasmo da Rotterdam)

Festa di contestazione, di rottura, di rigenerazione sociale vissuta in un tempo ciclico di morte e di resurrezione, d’annientamento e di rinascita, il Carnevale esprime anche la voce dei gruppi sociali inferiori e l’opposizione della cultura popolare alle forme e alle immagini della cultura ufficiale.
(Piero Camporesi)

Verso la fine della vita avviene come verso la fine di un ballo mascherato, quando tutti si tolgono la maschera. Allora si vede chi erano veramente coloro coi quali si è venuti in contatto durante la vita.
(Arthur Schopenhauer)

L’uso, comune a tutte le lingue europee, della parola persona per indicare l’individuo umano è, senza saperlo, pertinente: persona significa, infatti, la maschera di un attore, e in verità nessuno si fa vedere com’è; ognuno, invece, porta una maschera e recita una parte.
(Arthur Schopenhauer)

A carnevale tutto il mondo è giovane, anche i vecchi.
A carnevale tutto il mondo è bello, anche i brutti.
(Nicolaï Evreïnov)

Il Carnevale, all’apice, esplodeva
di mascherate e lazzi d’ogni sorta.
(Lord Byron)

Per quanti minuti della giornata io sono io? Per quanti altri replico una maschera, un gesto imposto da un regista che non si vede e che ignoro?
(Gesualdo Bufalino)

Carnevale, giorno sempre triste per me che amo la quiete ed il silenzio
(Edmondo De Amicis)

Mi piacciono i coriandoli per terra a dimostrare che qualcuno si è divertito. Che la felicità per un attimo si è fermata in quel luogo.
(Fabrizio Caramagna)

Il Carnevale è il momento più triste dell’anno. Non sai bene quando arriva ma eccolo lì, te ne accorgi solo dai desolati coriandoli sul marciapiede illuminato alle cinque e mezzo del pomeriggio da un sole che non ti capaciti come non sia ancora calato a quell’ora.
(Mecna)

I divertimenti di tipo Carnevalesco e le azioni o i riti comici a esso collegati, avevano un ruolo enorme nella vita dell’uomo del Medioevo. Oltre al Carnevale propriamente detto, con tutte le sue azioni e processioni complicate che occupavano per giorni interi le piazze e le strade, si celebrava la “festa dei folli” (festa stultorum) e la “festa dell’asino” ed esisteva anche un “risopasquale” (risus paschalis) libero, consacrato alla tradizione.
(Michael Bachtin)

Ogni uomo nasce con un suo volto. Questo volto racconta inevitabilmente chi siamo, da dove veniamo. Il nostro volto ci inchioda alla storia. La maschera di carnevale è la fuga dalla propria storia, la libertà della propria identità tramite il travestimento.
(Fragmentarius)

Il Carnevale ci insegna a diventare più leggeri.
Lasciamo a casa la borsa piena di pensieri
e andiamo in giro con una manciata di coriandoli.
(Fabrizio Caramagna)

Il Carnevale sarebbe passato lontano dalla nostra strada se non ci fossero stati ragazzi a mettersi nasi e baffi finti e maschere di cartone da pochi soldi, ad andare su e giù facendo il più possibile schiamazzo con fischi di terracotta, le trombette colorate, i pezzi di legno usati come nacchere.
La brigata infastidì parenti e amici con i suoi coriandoli e infine, salito ciascuno nelle proprie stanze, gettarono un ponte di stelle filanti da finestra a finestra, attraverso la strada.
Ma la notte piovve e il ponte crollò.
Era il mercoledì delle Ceneri.
(Vasco Pratolini)

La vita breve dei coriandoli
Ci fa sentire che noi siamo liberi
E tutto questo ancora mette i brividi.
(Michele Bravi)

Per la festa di Halloween ci travestiamo da mostri, a Natale da buoni, a San Valentino da innamorati. A Carnevale, invece, ci travestiamo da ciò che vogliamo.

Dai coriandoli impariamo che, anche a pezzi, possiamo servire a qualcuno; anche a terra, si può colorare qualcosa.

immagini del carnevale
C’è una festa in allegria, la più lieta che ci sia, e la gioia presto sale: benvenuto Carnevale! Tutto il mondo è colorato, più vivace e animato; balli, danze e mascherina per i maschi e le bambine; carri, giostre e che gran spasso celebrar martedì grasso! Son felice più che mai: tu che cosa indosserai? Io sarei un po’ dispiaciuto, se non ti ho riconosciuto! I coriandoli vuoi portare? Noi dobbiamo festeggiare e vedrai tra pochi istanti volteggiar stelle filanti! (Simona Vezzuto)

Ho avuto la fortuna di incontrare persone prive di maschera ma che avevano il Carnevale dentro.

Riesci a vedermi? Ho le tasche piene di coriandoli ma il cuore pieno di te.

Datemi, o Signore, il senso del ridicolo. Concedetemi la grazia di comprendere uno scherzo, affinché conosca nella vita un po’ di gioia e possa farne parte anche ad altri.
(Tommaso Moro)

Il carnevale, e un cielo di zucchero che sa di coriandoli, scherzi e maschere sorprendenti.
(Fabrizio Caramagna)

La vita ti insegnerà le maschere meglio di qualsiasi carnevale.
(Ralph Waldo Emerson)

L’amore chiede attenzione, sguardi innamorati e carezze da lanciare come coriandoli.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni uomo mente, ma dategli una maschera e sarà sincero.
(Oscar Wilde)

Non s’era mai vista una creatura più allegra di lui… Mirava esilarato i fili della pioggia fuori della finestra, come fossero coriandoli e stelle filanti multicolori.
(Elsa Morante)

Il Carnevale è uno spirito ironico che va a piede libero.
(Francesca Bastone)

Io prendo manciate di parole e le lancio in aria; sembrano coriandoli, ma alla fine vanno a posto come le tessere di un mosaico.
(Renato Rascel)

Le parole come coriandoli di carta colorata: ameni, festosi, impertinenti. Poi, il vento…
(Jim Morrison)

Io uso parole come coriandoli di spine
(Litfiba)

Il vento rilegge il mio giornale, e domani uscire di nuovo, farmi una faccia allegra per il prossimo carnevale.
(Claudio Baglioni)

La vita di paese è fatta così. Non ci son segreti. Le notizie volano come i coriandoli. Si sa tutto di tutti. E comunque, il giorno dopo è finito il carnevale, e ‘un gliene frega più nulla a nessuno.
(dal film Il Ciclone)

Par che ognun di Carnevale
a suo modo possa far;
par che ora non sia male
anche pazzo diventar.
Viva dunque il Carnevale,
che diletti ci suol dar.
Carneval che tanto vale,
che fa i cuori giubilar.
(Carlo Goldoni)

Nascondi chi sono, e aiutami a trovare la maschera più adatta alle mie intenzioni.
(William Shakespeare)

Prendere dal sacchetto tutti i coriandoli: quelli colorati e quelli strappati, e lanciarli in aria. È così che si impara ad accettare la vita, e a fregarsene del traguardo.
(Fabrizio Caramagna)

Tu sola potrai resistere
nel rogo del Carnevale.
Tu sola che senza maschere
nascondi l’arte di esistere.
(Giorgio Caproni)

Quell’inverno il carnevale esplose a Vienna come un’epidemia benigna e gioconda. Si ballava tutte le sere… Cadde molta neve e, nelle vie imbiancate, i vetturini portavano silenziosamente in giro le coppie d’innamorati.
(Sandor Marai)

Cattiverie mascherate restano cattiverie, anche a Carnevale.
(Virna Balanzin)

A Carnevale mi vesto di punti.
Alcuni esclamativi
per quando mi sorprendi,
molti interrogativi
per le domande che vorrei farti, uno fermo per dimenticarti.
(Marco Barbaraci)

frasi carnevale

Leggi anche: San Valentino: 179 Frasi, Immagini E Canzoni E Video Per Dire Ti Amo

Buon Carnevale: frasi da scrivere su bigliettini da regalare

Vediamo ora come dire “Buon Carnevale” con frasi adatte. Infatti, attraverso i social o WhatsApp, si può voler augurare una buona giornata di festa alle persone a cui si tiene. Dunque ecco tante frasi per il Carnevale per fare gli auguri.

Buon Carnevale a te che mi metti di buon umore ogni giorno!

Con i bambini il Carnevale è tutti i giorni! Buona festa a tutti!

Oggi è Carnevale! Buona giornata a tutti, nella speranza che ci renda più spensierati anche il resto dell’anno!

Godiamoci colori e coriandoli in questi giorni di festa e allegria! Buon Carnevale!

Non c’è niente di più allegro e spensierato della festa di Carnevale… ti auguro di godertelo nel migliore dei modi!

Auguri di buon Carnevale a tutti quanti, con maschere, coriandoli e stelle filanti!

Che sia una festa ricca di allegria e scherzi!

Se è vero che a Carnevale ogni scherzo vale, tu cerca di non esagerare!

Finalmente possiamo vestirci come vorremmo fare ogni giorno dell’anno! Buon Carnevale!

Buon Carnevale a grandi e piccini, che la magia di questo giorno possa lasciare un bellissimo ricordo!

frasi di buon carnevale

Leggi anche: Buona domenica! 182 immagini, frasi e video da mandare!

I migliori aforismi sul Carnevale nati dalla penna di autori famosi

Ora è il momento di aforismi sul Carnevale e detti e proverbi più o meno conosciuti. Questa festività ha origini antiche e negli anni moltissimi personaggi famosi ne hanno parlato. Si tratta perlopiù di frasi brevi sul Carnevale, ma di grande effetto. Eccole di seguito.

Chi non gioca a Natale, chi non balla a Carnevale, chi non beve a san Martino, è un amico malandrino.

Carnevale è nel piatto. È diventato matto?
(Linda Reale Ruffino)

Amore nato a Carnevale, muore a quaresima.

Carnevale in casa d’altri e Natale in casa tua.

Semel in anno licet insanire (Una volta all’anno è consentito esagerare).
(Detto latino)

A Carnevale ogni scherzo vale e chi si offende è un gran maiale.

Carnevale presto impazza, tutti quanti nella piazza!

Come un cardo senza sale, far col marito il Carnevale.

A Carnevale si conosce chi ha la gallina grassa.

A Carnevale ogni scherzo vale, ma che sia uno scherzo che sa di sale.
(Proverbio)

I carnevali passano, certe maschere restano.
(Jean-Paul Malfatti)

Chi non ride mai non è una persona seria.
(Charlie Chaplin)

Di carnevale il povero a zappare.
(Proverbio)

Carnevale e Quaresima, per me è sempre la medesima.
(Proverbio)

Durante il Carnevale, l’uomo mette sulla propria maschera una maschera di cartone.
(Xavier Forneret)

Carnevale in casa d’altri e Natale in casa tua.
(Proverbio)

Carnevale guarisce ogni male.
(Proverbio)

Mi metterei volentieri una maschera sul volto e con diletto cambierei il mio nome.
(Stendhal)

Carnevale al sole, Pasqua al fuoco, Carnevale al fuoco, Pasqua al sole.
(Proverbio)

E sarebbe il carnevale più divertente veder la faccia vera di tanta gente.
(Gianni Rodari)

Non c’è carnevale senza la luna di febbraio.
(Proverbio)

Natale stizzone, Carnevale solleone.
(Proverbio)

Una maschera ci dice di più di una faccia.
(Oscar Wilde)

Nel quotidiano le persone si nascondono sotto varie maschere. Nel carnevale le maschere svelano il loro vero volto.
(Mieczysław Kozłowski)

L’umanità si prende troppo sul serio. È il peccato originale del mondo. Se l’uomo delle caverne fosse stato capace di ridere, la storia sarebbe stata diversa.
(Oscar Wilde)

aforismi carnevale

Leggi anche: Buon sabato: 200 immagini e frasi per augurare buon fine settimana a tutti

Le frasi sul Carnevale divertenti per sorridere durante le feste

L’ironia fa parte certamente di questo periodo coloratissimo dell’anno, dove gli scherzi possono essere all’ordine del giorno. Per questo vi proponiamo frasi di Carnevale divertenti, che colgono appieno lo spirito del momento. Anche in questo caso sono frasi ironiche sul Carnevale da condividere, ma che si possono utilizzare anche come stati sui social. Ecco quindi le migliori frasi spiritose e simpatiche sul Carnevale.

Per Carnevale volevo indossare la maschera di un politico onesto, ma ho trovato in commercio solo quelle dei candidati alle prossime elezioni politiche.
(Mario Cafiero)

Che fortuna che hai! Puoi risparmiare sulla maschera perché sei già buffo così!
(Franco Lissandrin)

Dolci sono le chiacchiere del Carnevale. Oggi, ogni Chiacchiera è una Bugia speciale!
(Rossana Virò)

Il fine di uno scherzo non è quello di degradare l’essere umano ma di ricordargli che è già degradato.
(George Orwell)

San Valentino e Carnevale cadono nello stesso mese. Trovo stupido mettere così vicino due feste di maschere.
(Francesco D’Antonio)

Avete fatto caso che l’ultima domenica di Carnevale i cimiteri sono un mortorio?
(Totò)

I ‘Grandi’: un tempo miravano al monumento in piazza […] Oggi anelano a una colossale sagoma di cartapesta sui carri di Carnevale.
(Carlo Sorrentino)

Suppongo che oggi eviterai la maschera… dopotutto sei già perfetto senza!

Si dice che un diamante sia per sempre… ma provate a togliere i coriandoli!

Continuo a pensare che il carnevale sia la conferma ufficiale del profondo bisogno di non essere noi stessi. Almeno per un giorno.
(Chiara Bottini)

Carnevale e Halloween sono il periodo perfetto per non dover indossare una maschera ma essere se stessi.

A Carnevale dello scorso anno mio figlio ha deciso di vestirsi da uomo invisibile. Bene, ancora non riusciamo a trovarlo.

Come direbbe Studio Aperto per annunciare il Carnevale: “È in arrivo un’ondata massiccia di Coriandoli su tutta l’Italia”.

Abbiamo la certezza che il mondo potrà anche finire, ma i coriandoli non spariranno mai dalle mura di casa!

Se a essere grassi sono il giovedì e il martedì, tutto va bene, ma se sono io quello grasso, allora ecco che tutti rompono le scatole!

Nel momento in cui non riconosci più i costumi di Carnevale dei bambini prendi consapevolezza di una cosa: ormai sei vecchio!

La cosa migliore del Carnevale è sapere che avrai i coriandoli in casa almeno fino al giorno di Pasqua.

Ti rendi conto di essere invecchiato quando, dopo aver fatto due rampe di scale, ti rendi conto che l’unica maschera di cui necessiti è quella dell’ossigeno!

carnevale frasi divertenti

Leggi anche: Buon venerdì: 166 splendide immagini per festeggiare l’ultimo giorno della settimana

Frasi sul Carnevale per bambini: le filastrocche per i più piccoli

Non possono mancare, nella nostra rassegna, delle divertenti filastrocche e poesie, frasi di Carnevale per bambini bellissime. Le frasi di Carnevale in rima sono davvero tante, frutto della creatività di talentuosi autori. Queste si possono imparare a memoria insieme alla mamma e al papà, o con le maestre a scuola, così da recitarle in occasione del Giovedì o del Martedì Grasso.

Lazzi
e schiamazzi
fanno i ragazzi
tutti un po’ pazzi.
E il bimbo va
col cappello del nonno,
la giacca del papà,
stanco, pieno di sonno,
per la grande città.
Lazzi e schiamazzi
fanno i ragazzi.
e il bimbo è lì
aria di funerale
a godersi così
il suo “bel” carnevale.
(A. Novi)

Mi metterò una maschera da
pagliaccio,
per far credere a tutti che il sole è
di ghiaccio.
Mi metterò una maschera da
imperatore,
avrò un impero per un paio d’ore:
per voler mio dovranno levarsi la
maschera,
quelli che la portano ogni giorno
dell’anno…
E sarà il carnevale più divertente,
veder la faccia vera di tanta gente.
(Gianni Rodari)

Guarda, mamma, nella via
quanta gente e che allegria!
Che bizzarre mascherate,
dalla banda rallegrate!
Quante voci, quanti fiori
quanta gioia inonda i cuori!
Vedo Cecca e Meneghino,
Scaramuccia ed Arlecchino,
e quell’altro? Ah, è Trivella,
che dà il braccio a Pulcinella!
E quel goffo Pantalone
con i baffi… di cartone?
Or s’avanzano bel bello
e Pagliaccio e Stenterello…
Senti, senti, mia mammina,
che gazzarra! Una ventina
di giocondi fanciulletti
mascherati da folletti.
(G. Pisani)

Lunedì da cagnolino,
martedì da pesciolino.
Sarò un gatto mercoledì
e un pompiere giovedì.
Venerdì un calciatore,
Sarò sabato un Dottore.
La domenica di Carnevale
sarò un cuoco niente male!
(Jolanda Restano)

Viva i coriandoli di Carnevale,
bombe di carta che non fan male!
Van per le strade in gaia compagnia
i guerrieri dell’allegria:
si sparano in faccia risate
scacciapensieri,
si fanno prigionieri
con le stelle filanti colorate.
(Gianni Rodari)

Viva le maschere! Evviva! Evviva!
Io ti conosco, maschera bella:
tu sei Gianduia, tu sei Brighella,
qui Colombina con Pantalone,
quindi Arlecchino con Pulcinella.
O mascherine, chi ve l’ha fatto
quell’abituccio tutto a colori
quell’abituccio che ci ricorda
la primavera coi mille fiori?
Chi ve l’ha messa nel fondo del cuore
quell’allegrezza che a tutti date?
O mascherine, grazie di cuore
per tanta gioia che ci portate.
(A. Caramellino)

Carnevale vecchio e pazzo
s’è venduto il materasso
per comprare pane e vino
tarallucci e cotechino.
E mangiando a crepapelle
la montagna di frittelle
gli è cresciuto un gran pancione
che somiglia ad un pallone.
Beve, beve all’improvviso
gli diventa rosso il viso
poi gli scoppia anche la pancia
mentre ancora mangia, mangia.
Così muore Carnevale
e gli fanno il funerale.
(Gabriele D’Annunzio)

Se comandasse Arlecchino
il cielo sai come lo vuole?
A toppe di cento colori
cucite con un raggio di sole.
Se Gianduia diventasse
ministro dello Stato
farebbe le case di zucchero
con le porte di cioccolato.
Se comandasse Pulcinella
la legge sarebbe questa:
a chi ha brutti pensieri
sia data una nuova testa.
(Gianni Rodari)

Carnevale, ogni scherzo vale.
Mi metterò una maschera da
Pulcinella
e dirò che ho inventato la
mozzarella.
Mi metterò una maschera da
Pantalone,
dirò che ogni mio sternuto vale
un milione.
(Gianni Rodari)

Son di legno, son piccini,
sono svegli e birichini,
sempre buoni ed ubbidienti,
sempre allegri e sorridenti,
son delizia dei bambini:
viva, viva i burattini.
Pulcinella ed Arlecchino,
Stenterello e Meneghino,
e Brighella e Pantalone,
Facanappa e Balanzone,
fanno ridere i bambini:
viva, viva i burattini.
Quando alcun non li molesta,
dormon tutti nella cesta,
se ne stanno in compagnia,
sempre in pace ed armonia,
come tanti fratellini,
viva, viva i burattini.
(E. Berni)

È Gianduia torinese
Meneghino milanese.
Vien da Bergamo Arlecchino
Stenterello è fiorentino
veneziano è Pantalone
con l’allegra Colombina.
Di Bologna Balanzone
con il furbo Fagiolino.
Vien da Roma Rugantino,
pur romano è Meo Patacca,
siciliano il buon Pasquino
di Verona Fracanapa.
(G. Gaida)

In un giorno per sognare
di sicuro puoi incontrare
visi allegri e spensierati,
coi lustrini colorati,
che rincorron meraviglie
come il mare le conchiglie.
Ci son fate con bacchette,
i nanetti con barbette,
Biancaneve con la mela
e la strega tutta sola.
Poi gli zingari agghindati,
coi gioielli aggrovigliati,
le damine e i cavalieri,
coniglietti e gatti neri,
incredibili pirati
con gli occhietti mascherati.
E non ultima, in cucina,
la preziosa Colombina
che prepara i suoi biscotti
per gli amici tanto ghiotti:
Arlecchino e Pulcinella,
Balanzone con Brighella.

Che gaia mascherata!
Che allegra strombettata!
Nora, così piccina,
vestita è da vecchina.
Gli occhiali sul nasino
ha Giorgio birichino.
E Mario sul cappello
ha messo un campanello!
Così per casa vanno
un grande chiasso fanno.
Che gaia mascherata!
Che allegra strombettata!

Esistono soli,
esistono piogge
che per quanto puoi celare
tra le mani chiuse
dovrai liberare
come coriandoli in un carnevale.
Esistono amori, dolori,
stanze in penombra
dove il mio volto e il tuo
-ombre cinesi-
stanno appese aspettando
un ennesimo ritorno;
ed ogni volta,
con una nave suadente
prendono i loro contorni;
e benchè strette in una parete
non possiamo far niente.
Siamo coriandoli, coriandoli,
frammenti d’amore
che ogni volta
si attaccano l’un l’altro;
e se incolta è la mia barba
e i capelli tuoi
d’una diversa tinta,
un’altra spinta ancora
e ci riconosceranno.
(Antonia Sammaritano)

Anche questo Carnevale
ci riserva un gran finale:
alla fin della sfilata,
terminata la giornata,
la più bella fra le belle
offre, lieta, le frittelle,
confettini e caramelle,
ai bambini deliziati
dai dolcetti zuccherati.
(Adriana Bellavia)

Con un saltello e un inchino
eccomi a voi: sono Arlecchino.
Son tra le maschere di Carnevale
la più festosa, la più geniale.
Il mio vestito? Fu una sorpresa,
lo cucì mamma con poca spesa
perché potessi ben figurare
al gran ballo i Carnevale.
So far scherzetti, son birichino,
rido alla vita come un bambino.
Saluto tutti anche a distanza
con un leggero passo di danza.
(L. Maraldi)

frasi carnevale e bambini
Arlecchino birichino, ha trovato un pulcino davvero carino che gli faceva l’occhiolino. Birbantino! – disse Arlecchino. Col tuo visino color cioccolatino ti vuoi posare sul mio parrucchino, ma io salto e canto come un gallo. Ma alla fine scivola sulla pista da ballo e fa la fine di un pappagallo.

È arrivato il Carnevale
chi sta bene e chi sta male!
Chi ha i soldi se li tiene e sta bene!
Ma chi ha le tasche vuote,
ruba cavoli e carote.

Colombina
Vestito bianco
ho di bucato,
verde il grembiule
come un prato.
Dalla cuffietta
di tutti i colori
i riccioli
scappano fuori.

Nelle piazze in ogni via
c’è un’allegra compagnia
che vestita in modo strano
canta, balla e fa baccano.
Mascherine mascherine
siete buffe ma carine
con i vostri nasi rossi
fatti male, storti e grossi
con i costumi che indossate
con gli scherzi che vi fate
voi portate l’allegria
in qualunque compagnia.

Sono una maschera dotta e sapiente
chiacchiero molto, concludo niente!
Son di Bologna un gran dottore,
mi sottopongono ogni malore,
ed io con l’abile mia parlantina
sputo sentenze di medicina.
Curo il malato col latinorum
per omnia saecula saeculorum!
Sono una maschera multicolore
di professione fo il servitore.
Mia prima origine fu bergamasca,
ma non avendo mai un soldo in tasca
vissi a Venezia come emigrante.
Son litigioso, furbo, intrigante,
ma sono il principe dei birichini!
Sono una maschera sempre affamata
biancovestita e mascherata.
Mia patria è Napoli, dove perfetti
nascono i piatti degli spaghetti.
Son della terra delle canzoni,
son del paese dei maccheroni,
son specialista in bastonate:
quante ne ho prese tante ne ho date!
(D. Volpi)

Con la faccia da burlone, scherza e ride a più non posso con tutti i bambini, compresi gli adulti.
Viene ballando e saltellando porta allegria, gioia ed armonia,
e come per magia fa splendere quei giorni già predisposti dal tempo
in un universo sfumato dai colori festosi.
(Francesca Bastone)

Carnevale in filastrocca, con la maschera sulla bocca, con la maschera sugli occhi, con le toppe sui ginocchi.

Balanzone
Sono una maschera dotta e sapiente:
chiacchiero molto, concludo niente.
Son di Bologna un gran dottore:
mi sottopongono ogni malore
ed io con l’abile mia parlantina
sputo sentenze di medicina.
Curo il malato col latinorum
per omnia saecula saeculorum.

Danza lieta, mascherina,
danza fino a domattina!
Son coriandoli le stelle!
e i panini son frittelle.
Sono tutti sorridenti,
sono tutti assai contenti.
Lo sapete che Arlecchino
fu vestito, poverino,
con cenci regalati
dai bambini fortunati?
Arlecchino sorridente
è l’immagine vivente
dell’aiuto che può dare
chi anche agli altri sa pensare.
Danza lieta, mascherina,
danza fino a domattina!

Arlecchino
Ecco a voi un burattino
che ama assai fare prodezze.
Ha un vestito tutto pezze,
verdi, blu, rosso rubino.
Si esibisce in un teatrino,
dice un sacco di sciocchezze.
Dopo molte capriole
ogni muscolo gli duole
ma se vede un bel bambino
svelto, svelto fa un inchino.
(Corinne Albaut)

Vent’anni fa m’ammascherai pur’io!
E ancora tengo er grugno de cartone
che servì p’annisconne quello mio.
Sta da vent’anni sopra un credenzone
quela Maschera buffa, ch’è restata
sempre co’ la medesima espressione,
sempre co’ la medesima risata.
Una vorta je chiesi: “E come fai
a conservà lo stesso bon umore
puro ne li momenti der dolore,
puro quanno me trovo fra li guai?
Felice te, che nun te cambi mai!
Felice te, che vivi senza core!”.
La Maschera rispose: “E tu che piagni
che ce guadagni? Gnente! Ce guadagni
che la gente dirà: Povero diavolo,
te compatisco… me dispiace assai…
Ma, in fonno, credi, nun j’importa un cavolo!
Fa’ invece come me, ch’ho sempre riso:
e se te pija la malinconia
coprete er viso co’ la faccia mia
così la gente nun se scoccerà…”.
D’allora in poi nascónno li dolori
de dietro a un’allegia de cartapista
e passo per un celebre egoista
che se ne frega de l’umanità.
(Trilussa)

Rugantino
Sono la maschera più brontolona,
anche se arguta, semplice e buona.
Se ti facessero ‘na prepotenza,
chiamami subito: corro d’urgenza!
Faccio una strage, faccio macelli,
specie col vino de li Castelli!
Se dopo tutto vengo alle mani
c’è poco da rugà, semo romani.

È arrivato il carnevale, conquistando monti e mare. È arrivato tutto matto, si è mascherato anche il mio gatto.
(Ada Roggio)

Pulcinella
Sono una maschera sempre affamata,
biancovestita e mascherata.
Mia patria è Napoli, dove perfetti
nascono i piatti degli spaghetti.
Son della terra delle canzoni;
son del paese dei maccheroni.
Son specialista in bastonate:
quante ne ho prese, tante ne ho date.

Bentornato carnevale colorato,
e quest’anno che mi metto?
Non mi importa chi sarò ma
di sicuro mi divertirò.

Meneghino
Sono una maschera innamorata
della città che m’ha creata.
Porto nel cuore la Madunina
e canto sempre ogni mattina,
col panettone in una man,
ch’ el me’ Milan, l’è un gran Milan.
Contro i ribaldi e gli oppressori
in ogni tempo feci fuori.

Pulcinella ed Arlecchino, Stenterello e Meneghino, con Brighella e Pantalone, Colombina e Balanzone, fanno ridere i bambini. Viva, viva i burattini!

Pulcinella aveva un gallo, tutto il giorno vi andava a cavallo, con la briglia e con la sella. Viva il galletto di Pulcinella!

Son Brighella, attaccabrighe.
Ho la casacca con le righe,
righe verdi ed alamari,
sempre le tasche senza denari.
Mangio molto, non spendo mai:
niente soldi e niente guai!

frasi sul carnevale dei bambini

Leggi anche: Buon giovedì! 120 immagini per augurare un felice giovedì a tutti!

Le più belle immagini di Carnevale con frasi e i video da condividere

Infine vediamo tante immagini di Carnevale da condividere, ma anche video divertenti. Troviamo immagini di maschere di Carnevale con frasi ma anche auguri per questa festività. Non vi resta che scegliere il modo migliore per celebrare questa festa!

buon carnevale immagini
Buon Carnevale!
buongiorno di carnevale immagini
Buongiorno e Buon Carnevale!
carnevale immagini
Buon Carnevale!!!
colombina immagini
Buon Carnevale a tutti!
immagine carnevale
Il Carnevale è una festa bellissima, sia per i bambini che per gli adulti!
immagine di arlecchino
Arlecchino dice la verità burlando.
immagini arlecchino
Io sono il più furbone, il più maligno, nonché l’imperator del Carnevale; offendo tutti e faccio il viso arcigno a tutti quelli che se n’han per male. È una brutta abitudine, si sa, quella di dire onor la verità!
immagini carnevale di rio
Buon Carnevale!
immagini carnevale di venezia
Buon Carnevale a tutti!
immagini di buon carnevale
Buon Carnevale!!!
immagini di carnevale divertenti
Dietro a una maschera, siamo tutti più belli! Buon Carnevale!
immagini di carnevale per bambini
A Carnevale ogni scherzo vale! Scendo in fretta le scale senza farmi male, arrivo subito in fondo al viale, dove c’è un’offerta speciale. Che cosa compro? Panino con salsiccia di maiale e cinghiale per festeggiare il Carnevale. Ma è davvero speciale!
immagini divertenti di carnevale
A Carnevale ogni scherzo vale!
immagini maschere
Buon Carnevale!
immagini maschere di carnevale
Buona festa di Carnevale!
immagini pulcinella
Pulcinella è una maschera universale non solo napoletana. Non rappresenta la caricatura di un uomo, ma dell’uomo. (Eduardo De Filippo)
immagini sul carnevale
Inizia il divertimento! Buon Carnevale a tutti!
maschera di carnevale immagini
Buon Carnevale!
maschere di carnevale immagini
Buon Carnevale!
immagini buon martedì di carnevale
Buon Martedì Grasso!
carnevale frasi
Tanti auguri di buon Carnevale: che questo giorno di gioia e allegria ci renda meno seri per il resto dell’anno!
frasi buon carnevale
Truccati e mascherati oggi vi auguro di star tutti spensierati. Questo è un giorno di colori e di dolci sapori!
frasi divertenti carnevale
– “Papà, papà, mi compri i coriandoli?” – “No! L’anno scorso li hai buttati via tutti!”.
buona domenica di carnevale immagini
Buona Domenica di Carnevale!
carnevale immagini divertenti
Felice Carnevale a tutti gli amici!
foto di carnevale maschere
Felice Carnevale…
immagine di carnevale
Ti auguro di trascorrere un buon Carnevale!
immagini carnevale gratis
Felice Carnevale!
immagini delle maschere di carnevale
Felice Carnevale…
immagini di carnevale da stampare
Buon Carnevale!!!
immagini maschere carnevale
Qualsiasi sia la maschera che avete scelto di indossare, vi auguro Buon Carnevale!
immagini per carnevale
Buon Giovedì Grasso a tutti!
immagini vestiti di carnevale
Buon Carnevale!
pulcinella immagini
Buon Carnevale

Leggi anche: Buon mercoledì: 116 immagini da dedicare per un felice mercoledì

Assunta DeRosa
Scrivere è la mia passione ed è ciò che ormai faccio da molti anni. Collaboro con diversi siti internet e questo mi consente di spaziare su diversi argomenti. Sono mamma di una meravigliosa bambina, la mia "Gioia".